DIGITAL

Dada, i ricavi consolidati calano a 17,9 milioni di euro


15.05.2014

Il Consiglio di Amministrazione di DADA ha approvato il Resoconto Intermedio di Gestione consolidato del Gruppo al 31 marzo 2014. I ricavi consolidati conseguiti d nel primo trimestre dell’esercizio 2014 si sono attestati a 17,9 milioni di euro, in calo rispetto ai 20,6 milioni di euro conseguiti nel pari periodo dell’esercizio precedente: le attività relative alla divisione Domini e Hosting, che hanno rappresentato l’88% circa del fatturato consolidato del periodo, hanno riportato un calo rispetto all’esercizio precedente del 2% circa principalmente a causa del trend negativo del prodotto di advertising online Simply (euro 0,4 milioni nel Q1 2014 vs 0,8 milioni nel Q1 2013) e della cessione avvenuta ad agosto 2013 di taluni servizi di colocation in UK (che avevano contribuito ai ricavi del primo trimestre 2013 per euro 0,2 milioni); al netto di questi due effetti, i ricavi del core business presentano una crescita dell’1% circa. I Paesi più rilevanti in termini di contribuzione ai ricavi sono stati Italia e UK, che hanno rappresentato circa il 75% dei ricavi della divisione, seguiti da Francia, Spagna, Irlanda, Portogallo e Olanda. Il business della Performance Advertising ha contribuito al fatturato di Gruppo per il restante 12%, registrando un calo di ricavi rispetto ai corrispondenti mesi dell’anno precedente (euro 2,1 milioni vs euro 4,3 milioni nel Q1 2013, -50%). Il MOL consolidato dei primi tre mesi del 2014 si è attestato a 2,3 milioni di euro, in calo rispetto ai 3,3 milioni di euro del primo trimestre 2013, riportando un’incidenza sui ricavi pari al 13% (vs 16% nel Q1 2013). Il Risultato Operativo conseguito dal Gruppo nel primo trimestre del 2014 è positivo per 0,5 milioni di euro, verso un dato di euro 1,7 milioni registrato nei primi tre mesi del 2013. Il Risultato Netto consolidato nel primo trimestre del 2014 risulta negativo per 0,5 milioni di euro (utile di euro 0,4 milioni al 31 marzo 2013). La posizione finanziaria netta al 31 marzo 2014 pari -30,3 milioni (da – 30,9 milioni al 31 dicembre 2013).