DIGITAL

Sistema Wired: il fatturato adv per il 1° semestre a +15% rispetto al 2013


15.05.2014

Da domani Wired Next Fest 2014, tre giorni per rimescolarsi e contaminarsi tra innovazione e tecnologia 

Da domani sino a domenica 18 maggio prende il via la seconda edizione del Wired Next Fest. Organizzato da Wired, il mensile di Condé Nast e, dal Comune di Milano – Assessorato alla Cultura e Assessorato alle Politiche per il lavoro, Sviluppo economico, Università e ricerca -, l’appuntamento che ha come partner Expo 2015, regalerà a Milano tre giorni per contaminarsi tra innovazione, tecnologia ed eccellenza come elementi chiave per la crescita economica, culturale e sociale del Paese. Unico requisito per partecipare all’evento gratuito e aperto a tutti è “lasciare a casa i pregiudizi e svestirsi dai luoghi comuni per rimettersi in discussione” sottolinea Massimo Russo, direttore di Wired.  “Dopo il successo dell’anno scorso che ha registrato oltre 30 mila presenze – dichiara Emanuela Migliosi, advertising director Condé Nast – stimiamo un’affluenza di 50 mila persone. Questa edizione ha registrato un fatturato in crescita del 25% rispetto all’anno passato grazie anche a nuovi partner che hanno aderito all’iniziativa”. Main partner della seconda edizione del WNF sono Audi, BNL con Hello Bank, Enel, e Vodafone. Altri partner dell’iniziativa sono Google e SisalPlay. Partner tecnici: Calligaris, Timor&Sanz, Freedoms, Autogrill, Italo e Piano B.

Il tema di quest’anno Remixing Italy perché “solo rimescolando il Paese con l’innovazione – dichiara Russo – si può tornare a crescere”. Le tre giornate (venerdì, sabato e domenica)  avranno come focus velocità, visibilità e leggerezza, in omaggio alle Lezioni americane di Italo Calvino, per raccontare e vivere l’innovazione nella conoscenza, nell’economia, nell’intrattenimento, nella cultura. Grazie alla partecipazione di esperti di rilievo nazionale e internazionale e all’utilizzo di molteplici linguaggi, Milano si trasforma per un fine settimana nel luna park della scienza e della tecnologia: oltre 100 relatori, performance artistiche, laboratori di stampa 3D, droni, workshop per tutte le età tra parco, Planetario e Museo Civico di Storia Naturale. Una manifestazione, il WNF 2014, con un palinsesto di appuntamenti totalmente gratuiti. Una boccata di ossigeno per calarsi in dimensioni diverse raccontate da personaggi che grazie all’innovazione e al coraggio di ‘sovvertire’ le regole hanno costruito nuovi modelli di crescita per l’economia e per la società. A realizzare il Wired Next Fest, il nuovo sistema editoriale di Wired, un vero sistema multimediale che ha nel digitale la sua ragione d’essere. “Dopo il debutto a dicembre del nuovo Wired.it  – spiega Marco Formento, Senior Vice President Digital Condé Nast, ad aprile il sito ha registrato 3 milioni di utenti unici, un record che segna una crescita del 200% anno su anno, con 23 milioni di pagine viste al mese. Abbiamo raddoppiato il traffico da mobile che ad oggi vale il 35% dell’intero traffico generato dalla piattaforma web. I video user sono arrivati a 150 mila visualizzazioni al mese, una crescita logaritmica”. Anche sul fronte social Wired cresce con 400 mila fan e follower rispetto sei mesi fa. “. “Il nuovo wired.it ha riscontrato un consenso che ha generato +100% di utenti unici e +130% di pagine viste. Questi numeri ci hanno ripagato in termini di raccolta pubblicitaria digital, sponsorizzazioni e tabellare – sottolinea Migliosi – e tra gennaio e giugno stimiamo una crescita 15% rispetto al 2013”.

L’appuntamento è da venerdì 16 a domenica 18 maggio ai giardini Indro Montanelli. Concepito e diretto quest’anno da Massimo Russo – direttore della testata che ha innovazione e tecnologia nel proprio Dna – prodotto in collaborazione con Codice-Idee per la cultura e con Elita per la parte dedicata all’intrattenimento musicale, Wired Next Fest coniuga eccellenza di contenuti, coinvolgimento di un ampio pubblico e divulgazione, con l’intento di regalare alla città giornate all’insegna dell’esplorazione di tutto ciò che è innovativo. Esperienze riservate non solo agli appassionati di nuove tecnologie ma anche a tutti i curiosi. Focus di venerdì 16 maggio è la velocità, la destrezza nel combinare azione e contemplazione, agilità e scopo. È la giornata dedicata ai protagonisti dell’innovazione e della nuova imprenditoria del Paese: Andrea Vaccari e la sua avvincente storia professionale con Facebook e Mark Zuckerberg, l’imprenditore e presidente della Juventus Andrea Agnelli, e Yossi Vardi, tra i più importanti investitori globali sulla scena delle start up. Tra gli altri appuntamenti è previsto anche un incontro con il portiere della Nazionale Gigi Buffon, che racconterà la sua interessante avventura come azionista di maggioranza di Zucchi. La visibilità, la capacità di rendere visibile e condivisibile ciò che tende a essere trascurato nel nostro rapporto quotidiano con la realtà sono i temi affrontati sabato 17 maggio. Star del giorno: lo scrittore Evgeny Morozov, da sempre critico sulla visione entusiasta della rete, con un incontro dedicato al rehab al tempo dei social network; il giovane Jack Andraka, che disserterà sulla ricerca scientifica ai tempi di Wikipedia; l’indiano Deepak Ravindran, tra i maggiori innovatori emergenti under 40 in Asia; il politologo inglese Andrew Keen, che parlerà dei primi 25 anni del web; la giornalista Carola Frediani che racconterà Deep web e Anonymous e intervisterà l’hacker Jaromil, programmatore di software libero, media artist e attivista; l’esperto di media digitali Bruce Sterling  indagherà con Salvatore Iaconesi e Oriana Persico sugli oggetti e la società del futuro; un ironico ‘Dialogo sui massimi sistemi’ di Galileo a cura di Elio e Rocco Tanica nel Planetario. Dopo il successo e le polemiche dello scorso anno torna Uber Italia, con grandi novità e il suo general manager Benedetta Arese Lucini. E a chiudere la serata di sabato un grande dj set, l’unica data italiana di Giorgio Moroder, a ingresso gratuito. Protagonista domenica 18 maggio è la leggerezza, la capacità di creare una nuova prospettiva per trasformare il nostro rapporto quotidiano con la realtà: l’astronauta Luca Parmitano, testimonial del semestre di presidenza italiana della Ue, con un elogio della leggerezza, il regista Gabriele Salvatores che anticiperà i temi del suo prossimo film di fantascienza, gli chef stellati Davide Oldani e Heinz Beck, con un dialogo dedicato alla scienza in cucina, l’istrionico fumettista Zerocalcare, Stephen Attenborough di Virging Galatic con cui si parlerà di vacanze nello spazio, e, per la prima volta in Italia, Shaolan HsuehIl Wired Next Fest vivrà anche fuori dai confini di Milano con il Make in Italy Tour,  un viaggio itinerante che nei prossimi mesi contaminerà il resto d’Italia a partire da luglio: otto tappe, quattro nel 2014, e quattro nel 2015.

Fiorella Cipolletta