WORLD

Unilever taglia del 12% i budget al marketing


09.12.2013

Più investimenti sul digitale  

Unilever, durante un seminario a Londra tenutosi il 5 dicembre, ha reso noto che ridurrà i budget marketing globali del 12%, operazione che interesserà tutti i mercati. A finire sotto la mannaia agenzie creative, spese di produzione commerciali e dirigenti della società.
La crescita di Unilever è stata rallentata in particolare dai quei mercati dei Paesi sviluppati che fino ad oggi  avevano reso l’azienda una delle più competitive a livello globale. “Unilever si aspetta di risparmiare più di 470 milioni dollari dalla ristrutturazione dell’area marketing – ha dichiarato Jean Marc Huet, – Chief Financial Officer – rispetto ai 260.000 mila dollari dell’anno scorso. Sposteremo i nostri investimenti sulla comunicazione digitale che oggi rappresenta il 15% della spesa pubblicitaria”.

Unilever ha annunciato anche che rivedrà dimensioni, sapore e varietà dei prodotti, con un ridimensionamento del 30% entro la fine dell’anno. “Il mondo del marketing è cambiato radicalmente – ha dichiarato Keith Weed chief marketing e communication officer -. C’è un sacco di cose che possiamo fare per adattare la nostra organizzazione”. Come riportato dalla stampa estera, lo scorso anno Unilever avrebbe speso 9,1 miliardi dollari in pubblicità, quasi 2,4 miliardi dollari in costi di agenzia e di produzione. Mentre nel 2010 sarebbero stati ben 8,2 miliardi gli investimenti in adv e 2,6 miliardi dollari i costi di agenzia e di produzione.