MEDIA

Giornalisti in presidio contro lo ‘spegnimento’ di Sportitalia


31.10.2013

Dopo l’annuncio del lancio dei nuovi canali di Lt

Hanno organizzato uno sciopero e un presidio i giornalisti dei canali Sportitalia per accendere le luci sullo ‘spegnimento’ dal primo novembre, dei  programmi trasmessi sui canali 60, 61 e 62 del digitale terrestre. Sul rimbalzo della notizia che si sussegue sulle principali testate, l’editore Valter La Tona, che con la sua Lt Multimedia lo scorso agosto ha acquisito le attività di produzione della ex Interactive Group (Maroncelli9) – non rilascia alcun commento. Questo, dopo  l’annuncio della nascita dei tre nuovi canali Lt Sport 1, Lt Sport 2 e Lt Sport 3, in chiaro su Tivùsat, due dei quali già on air dal prossimo 4 novembre (vedi http://www.pubblicitaitalia.it/2013102917754/media/calcio-discipline-olimpiche-e-motori-nel-tris-di-canali-sport-di-lt-televisioni). Un nuovo capitolo della storia dei canali lanciati da Tarak Ben Ammar e TF1 nel 2004, che interessa i dipendenti , in questi giorni mobilitati, e che ha già visto aprirsi situazioni collegate a contratti in essere prima del passaggio al nuovo editore, come quello  con la concessionaria PRS, già oggetto di decisioni del tribunale di Milano (http://www.pubblicitaitalia.it/2013100216005/media/prs-confermata-concessionaria-esclusiva-di-sportitalia-2).