DIGITAL

trnd lancia una campagna WOM per Kellogg’s Special K Biscuit Moments


30.10.2013

Dopo una prima fase di candidatura, sono stati selezionati 2.500 utenti della community trnd.it per diventare protagonisti della campagna WOM con Special K Biscuit Moments. I 2.500 ambasciatori del brand hanno ricevuto direttamente a casa un kit con il prodotto da testare e distribuire ad amici, parenti e conoscenti. Attraverso la guida dedicata conosceranno approfonditamente le caratteristiche del prodotto e della brand, in più intervisteranno la propria cerchia sociale attraverso appositi questionari.   In quest’ottica, il canale centrale di comunicazione è il blog della campagna, dove avvengono gli scambi di opinioni tra consumatori, i dialoghi di approfondimento sul prodotto e sulle sue caratteristiche. Il blog è il luogo in cui i partecipanti trovano tutti gli strumenti per riportare dettagliatamente la propria attività di passaparola a trnd, che si occuperà dell’analisi completa dell’attività e supporterà i partecipanti durante tutto il corso della campagna.

Affidarsi alla voce dei consumatori è infatti uno dei principali motivi che ha spinto Kellogg Italia a realizzare una campagna WOM con trnd: “In un mondo in cui diventa sempre più importante sviluppare strategie di comunicazione orizzontali, per dare il giusto valore alle opinioni di un consumatore sempre più attento ed esperto, che vuole diventare protagonista della comunicazione di marca” afferma Donato Cangelli, Snack Commercial Lead di Kellogg Italia. Il consumatore ha la possibilità di entrare in contatto con la brand e di dialogarvi, di partecipare ad un’azione di marketing e di promuovere spontaneamente Special K Biscuit Moments, diffondendo un messaggio credibile sia all’interno della sua cerchia sociale, quindi offline, sia sul web alimentando portali d’opinione,blog e social network.

“Ci aspettiamo di generare oltre 300.000 conversazioni sul prodotto e sul brand attraverso il passaparola dei partecipanti alla campagna – afferma Milvia Bonvicino, Project Manager di trnd che seguirà la campagna -. Con il supporto dell’Istituto di ricerca berlinese ifwom, sarà inoltre possibile un’approfondita analisi in termini quali e quantitativi su come si espande il passaparola anche oltre la prima generazione, ovvero all’interno delle di amici e conoscenti dei partecipanti al progetto, i “WOM recipients” che creeranno le catene di passaparola”.