DIGITAL

Istock, al via la campagna ‘Free the Creative’


29.10.2013

iStock, la piattaforma web di riferimento per immagini, contenuti ed elementi di design stock royalty-free, ha commissionato a KRC Research, nell’ambito della nuova campagna ‘Free the Creative’, un ampio studio a riguardo. Sono stati interpellati per la prima volta sul tema più di 400 professionisti del settore – art director, graphic designer – negli Stati Uniti e nel Regno Unito per verificare lo stato della creatività nel loro settore. La campagna ‘Free the Creative’ è online sul sul sito di iStock  (http://italiano.istockphoto.com/article_view.php?ID=1586) e  sono previste uscite sulla stampa tra la fine di novembre e l’inizio di dicembre. La ricerca illustra in particolare le tre principali barriere che ostacolano il lavoro creativo, cioè mancanza di ispirazione, investimenti e tempo. La maggioranza (60%) dei creativi ha dichiarato di aver avuto ‘grandi idee’ nel corso dell’ultimo anno, ma non il tempo o il supporto necessari per realizzarle come auspicato.  Circa tre quarti (70%) degli interpellati desidererebbe avere più ‘tempo creativo’, mentre il 63% ha dichiarato di non disporre del tempo di cui avrebbe bisogno per “l’ispirazione e la riflessione creativa”. Ellen Desmarais, General Manager di iStock osserva: “Il settore creativo si è sempre distinto per dinamismo e rapida progressione. Ciò nonostante, le crescenti pressioni derivanti da carichi di lavoro sempre più esigenti e complessi, scadenze particolarmente rigide e budget limitati intaccano e logorano lo slancio creativo. iStock intende porsi quale partner per aiutare i creativi nella ricerca di ciò di cui hanno bisogno: contenuti unici e ispirati, al giusto prezzo”. Dallo studio realizzato da KRC Research è emerso che la creatività si manifesta di rado sul posto di lavoro: solo un intervistato su tre (34%) indica il luogo di lavoro come uno dei luoghi migliori per creare. Gli spostamenti verso e dall’ufficio (34%), il momento della doccia o del bagno (25%) e il tempo dedicato all’esercizio fisico (22%) rappresentano altri tre contesti inclini a favorire l’ispirazione. La tecnologia offre un’opportunità per sbloccare e liberare la creatività: tre quarti circa (71%) dei professionisti coinvolti nello studio ritengono che nuove tecnologie e nuovi strumenti abbiano permesso loro di essere molto più creativi sul luogo di lavoro. I creativi ricercano opportunità artistiche al di fuori dell’ambito lavorativo: nel tempo libero metà degli interlocutori si occupa di fotografia, mentre un terzo circa (30%) è interessato alla scrittura, alla pittura o al disegno.