CREATIVITY

Danone lancia Arte dello Yogurt con Y&R e Mindshare


23.10.2013

Partner creativo confermato per il 2014. Alle battute finali la gara media: a giorni l’ufficializzazione dell’incarico

 

La nuova frontiera dei prodotti derivati dal latte è Arte dello Yogurt, la neonata referenza firmata Danone, a scaffale da un paio di settimane, in quattro varianti: bianco, fragola, pesca e agrumi. “Stiamo perfezionando la distribuzione ma il prodotto già da ora ha una buona reperibilità – ha spiegato Valeria Surico, Connection marketing manager -. E’ un lancio in cui crediamo molto perché, rispetto alle referenze Danone più votate all’aspetto salutistico, si inserisce nella fascia del piacere senza beneficio specifico. Supporteremo il prodotto con una campagna di comunicazione, attualmente in costruzione, studiata per la declinazione, dal 2014, su più mezzi, dalla tv al web con azioni di sampling in store e fuori. Crediamo, infatti, che Arte dello Yogurt sia il prodotto ideale per un’esperienza sensoriale di gusto. Partner creativo è Y&R, confermato per tutto il 2014.

La pianificazione in Italia è gestita da Mindshare, ma è in corso una gara media che è in dirittura d’arrivo e sarà conclusa entro ottobre”. A contendere l’incarico media Carat, Havas e Phd. Nel 2014 ripartirà la pianificazione tv anche per tutti i prodotti classici, Danacol, Activia e Actimel, con le creatività già andate on air quest’anno. Il 2013 è stato un anno prolifico per l’azienda da un punto di vista dell’innovazione di prodotto: a breve sarà presentato il nuovo Danio, mentre è già a scaffale Activia Polpa nel nuovo monoformato. Novità nel 2013 anche per quanto riguarda i vertici aziendali di Danone Italia. La divisione Connection è stata lanciata a settembre e risponde direttamente direttore marketing Frederic Sudre, arrivato poco prima dell’estate, mentre Marc Gosselin è il nuovo presidente e amministratore delegato.

“L’obiettivo di Connection non è quello di creare un’agenzia interna per sostituirci a professionalità che cerchiamo invece nel mercato, è però un modo di mettere insieme più anime sotto un unico coordinamento per essere ancora più coerenti nella comunicazione e nelle strategie Media, Digital&Crm e Pubbliche relazioni.Gran parte delle energie 2013 sono state dedicate alla creazione della community che conta ora più di 1 milione e mezzo di utenti. Gli investimenti sul versante digital sono destinati a crescere, ma per aziende di largo consumo il cambio di modelli di comunicazione è un processo di medio-lungo periodo”, ha chiarito Surico, che ha ‘ereditato’ la responsabilità di tutta la parte media, dopo l’uscita di Marcella Bergamini, oltre a quella delle pr e del marketing.

 

 

 

 

 

”.