MEDIA

Inizia ‘oggi’ la rivoluzione del Corriere della Sera


11.10.2013

Al via una serie di incontri tra cdr e condirettore Fontana

 

Sarà un quotidiano cartaceo più piccolo nel formato, il Corriere della Sera del prossimo futuro, rinnovato nella grafica (più chiara e semplice) e con una “foliazione più contenuta nei giorni lavorativi della settimana” (in media di 6 pagine) e volta a privilegiare “l’originalità, l’esclusiva, l’approfondimento, l’inchiesta, la spiegazione le informazioni di servizio e le opinioni”. La foliazione cresce, invece, nel fine settimana, con la Lettura, il Salute e i Tempi Liberi, oltre a prodotti di approfondimento dentro e fuori il quotidiano. Così nei dettagli, il piano editoriale presentato alle redazioni dal direttore Ferruccio de Bortoli e da oggi oggetto di una serie confronti tra il cdr e il condirettore Luciano Fontana. Un rinnovamento “verso un prodotto selezionato negli argomenti, capace di non seguire un’agenda di giornata che al mattino dopo sarà inevitabilmente usurata”, che passa dalla stretta integrazione tra carta e digitale, grazie all’utilizzo del nuovo sistema editoriale Methode multipiattaforma, in funzione entro la fine di questo anno e a regime entro i primi sei mesi del 2014. L’edizione digitale diventerà, proprio, il “secondo pilastro e in prospettiva di medio termine anche il primo della fruizione del sistema Corriere a pagamento” e i suoi abbonati diventeranno membri del Club del Corriere che prevede offerte per e-book e altri prodotti venduti sulla piattaforma. Il  progetto del nuovo sito è in lavorazione, nell’ottica di dare maggiore profondità di lettura all’offerta, in questo senso ogni sezione avrà un canale dedicato. Il progetto potrebbe includere sperimentazioni su forme di pagamento, come paywall o aree premium. Dovrà crescere l’integrazione tra giornalisti e community sui social; mentre sarà ideato un prodotto specifico per gli smartphone; e verrà potenziata e allargata l’offerta  della web tv per rendere Corriere Tv non solo “un complemento informativo ma un asse portante del sistema Corriere”. In corso di progettazione Corriere Jam, una piattaforma che permetterà agli utenti di inserire contenuti. Infine, secondo il piano, verranno progettati nuovi contenuti sia interni al quotidiano (come guide per l’economia o inchieste) sia esterne ad esso (instant book cartacei e digitali e applicazioni). In discussione con il cdr anche la pianta organica, con la previsione da parte dell’azienda di avviare a breve il bando “per dedicare ai nuovi canali e alle nuove funzioni dalle 10 alle 15 unità”.