CREATIVITY

Gara monumenti Milano: vince l’ATI guidata da TMC


01.10.2013

Bergamaschi (APE) visioneremo gli atti, ma avanti con le gare

 

Sono stati comunicati ieri in seduta pubblica i risultati della gara indetta dal Comune di Milano per il restauro finanziato da sponsor di 12 monumenti. La gara era stata bloccata per l’esclusione di due cordate. A seguito della sentenza del Consiglio di Stato, il Comune il 22 luglio scorso aveva riammesso le due cordate escluse. E’ risultata vincitrice l’ATI con capofila TMC con 98 punti, seguita da quella con capofila VG con  92 punti e quella con capofila ARP con 78 punti. “Il risultato – ha dichiarato Lucio Bergamaschi, Presidente di APE – penalizza proprio le cordate riammesse dal Consiglio di Stato. L’analisi dei punteggi indica che la differenza tra le offerte è concentrata nella voce “metodologia di restauro” (che da sola valeva oltre la metà del punteggio). Sul piano strettamente economico invece (vedi la voce “lavorazioni aggiuntive”) si evince che le due cordate perdenti hanno presentato offerte migliori dell’ATI risultata vincitrice. Dalla lettura dei documenti di gara cercheremo di capire su quali elementi si basino queste differenze così marcate nella valutazione tecnica dei tre progetti. Apprezziamo comunque – prosegue Bergamaschi – l’utilizzo dei bandi pubblici e auspichiamo che il Comune insista su questa strada, l’unica in grado di garantire trasparenza e vera concorrenza. Ci auguriamo però che nei futuri bandi venga operato un riequilibrio tra elementi oggettivi e facilmente verificabili come l’offerta economica e altre voci che potrebbero prestarsi a valutazioni discrezionali”