DIGITAL

TechCrunch Italy svela i ‘suoi’ billion dollar entrepreneurs


31.07.2013

Tra gli ospiti annunciati Matthew Prince di CloudFlare e Lucas Carné di Privalia

 

L’agenda di TechCrunch Italy si arricchisce di nuovi nomi: oltre a quelli già a annunciati, l’evento dedicato al digitale e alle startup co-organizzato da Populis e TechCrunch, ospiterà alcuni imprenditori che hanno saputo trasformare in pochi mesi una grande idea in un’impresa da miliardi di dollari. Tra questi Matthew Prince, co founder e ceo di CloudFlare e Lucas Carné, co-founder e ceo di Privalia (l’elenco completo dei billion dollar entrepreneurs è consultabile qui).
Prince, dopo il lancio nel 2010 di un servizio in grado di migliorare la sicurezza e le prestazioni di qualsiasi web property, ha portato la startup a un valore presunto di oltre un miliardo di dollari, garantendo massima protezione e velocità a oltre un milione di siti, con un network di 23 data centers distribuiti in tutto il mondo. Carné è uno dei più influenti imprenditori al mondo nello scenario dello shopping online: dal 2006, anno della fondazione di Privalia, il gruppo è cresciuto a ritmi incredibili, raggiungendo il +32% nel 2012, con un fatturato totale di 422.5 milioni di Euro.
“CloudFlare è stato lanciato al TechCrunch Disrupt SF nel settembre 2010. Da allora, teniamo gli occhi puntati in attesa della prossima grande idea che verrà presentata a un evento di TechCrunch” ha affermato Matthew Prince. “È Nostro dovere promuovere la digital economy e ispirare i principali attori a farne parte: imprenditori, professionisti, inventori, grandi gruppi” è il commento di Lucas Carné.
Al Maxxi di Roma i protagonisti della Net Economy si incontreranno per condividere con la platea storie, strategie e modelli di business vincenti, in un momento di networking che saprà ispirare il mercato tech&innovation europeo. Due giorni di pitch, conferenze, incontri one-to-one per discutere di nuovi modelli disruptive di (RE) Design e di come il web possa ispirare e reinventare il tessuto economico italiano ed europeo.

 

Nella foto, Luca Ascani, fondatore di Populis