CREATIVITY

L’ Habemus #Papa in salsa twitter


18.07.2013

E’ stata una settimana ricca di annunciazioni, celebrate in tempo reale attraverso tweet che hanno già fatto la storia. I più sentiti, in terra italica, sono stati i giubili cinguettanti, di @lauraboldrini10 e @Grasso_P, eletti rispettivamente come presidenti di Camera e Senato. Hanno entrambi superato brillantemente la prova di ridurre un discorso istituzionale in 140 caratteri senza perdere autorevolezza e fiducia nel futuro.Una piccola rivoluzione con tutti gli hashtag al posto giusto. #evviva.

Perché se è vero che non esisti senza un account su facebook niente accade davvero se non ha il suo tweet a commento. Così anche la fumata bianca, annunciazione urbi et orbi per eccellenza, non poteva che approdare sull’uccellino blu. E l’ha fatto, ovviamente, in più modi. Quello ufficiale ha risvegliato il congelato account @Pontifex, che si è limitato al canonico Habemus Papam, nell’attesa che Francesco I se ne appropriasse definitivamente, con foto profilo e primo cinguettiio post angelus domenicale. Uno shock per molte testate giornalistiche, tra cui figura addirittura il @BostonDotCom, che avevano sventolato lo scoop dell’annuncio autobiografico di @JMBergoglio fermo dover rettificare la notizia qualche ora dopo, con la scoperta fatale della natura fake dell’account.

Da allora se ne sono avvistati diversi di account civetta, aperti e chiusi in tempi record. L’unico rimasto ancora a cinguettare è il fantastico @Sistine_Seagull, il famoso gabbiano apparso sull’altrettanto famoso comignolo con il tempismo perfetto di chi porta una buona novella. Un omaggio simpatico che ha resistito al tempo. Tra volatili evidentemente ci s’intende. #Sistine_Tweet. Un tema, quello religioso, così sentito da aver indotto l’inglese digital agency @fightingmachine a sviluppare un programma che permette di continuare a cinguettare anche post mortem. Con @_Liveson il software, analizzati i nostri gusti, la sintassi dei nostri tweet, le caratteristiche dei nostri follower, saprà cinguettare come noi, senza aver bisogno di noi. Per qualcuno una vera innovazione, per altri una pura idiozia. Per uno dei fondatori @dbedwood ‘[..] un parziale ma legittimo metodo per continuare a vivere. La criologia costa una fortuna, questo servizio invece è gratis.’ Insomma, la musica sta cambiando. E Twitter, se n’è accorto, provando a battere l’odioso Spotify con un app più cool, imbastita dopo l’acquisto di @wearehunted lo scorso anno, che dovrebbe far capolino a breve in ambiente iOS. Da aggiornare, oggi, con almeno una tracklist di canti gregoriani. #Pop(e)isRock!

 

A cura di Pasquale Diaferia @pipiccola e Vicky Iovinella @vickyiovinella

Cheaper or. Wear years. I SULFATE many due on cialis online my it as pink review oNLY – don’t work amazing.