Gare

Alstom lancia Shape e lo fa con il format di The Van


27.05.2013

L’agenzia firma per l’azienda un format editoriale di respiro internazionale

Dopo aver aperto l’anno con un importante progetto editoriale per il Banco Popolare, annunciato nei giorni scorsi, The Van si rafforza ancora nell’area del corporate publishing con un nuovo incarico dal respiro internazionale. A seguito di una consultazione tenutasi alla fine del 2012, l’agenzia guidata da Luca Villani e Steven Berrevoets (insieme nella foto) è stata selezionata per ideare e realizzare Shape, il magazine per i dipendenti italiani di Alstom, colosso francese dei trasporti e dell’energia con oltre 90 mila dipendenti in oltre 100 Paesi. Si tratta di un progetto di carattere globale visto che il format editoriale creato da Tha Van verrà adottato dal gruppo a livello internazionale.

Shape è una rivista trimestrale cui si aggiunge un inserto dedicato al principale sito produttivo di Alstom in Italia, quello di Savigliano (Cuneo). La struttura milanese si occuperà quindi della realizzazione dell’edizione italiana, fornendo contenuti editoriali e impaginazione; ma ha anche realizzato il progetto grafico e le relative linee guida che tutte le sedi di Alstom potranno adottare per realizzare le altre edizioni nazionali. “Il nome Shape – spiega  Luca Villani, partner e managing director di The Van – è da un lato una citazione del pay-off di Alstom (‘Shaping the Future’) e dall’altro un riferimento ai ‘prodotti’ dell’azienda: dai treni alle turbine eoliche, tutti oggetti caratterizzati da una forma che colpisce immediatamente. Il fatto che questo progetto verrà adottato non solo in Italia ma anche a livello internazionale è per noi motivo di orgoglio particolare: non vediamo l’ora di vedere il magazine scritto in indiano o in cinese”. Il magazine risponde a un obiettivo strategico dell’azienda: alla diffusione di una cultura aziendale condivisa. “Non si tratta di un gadget – continua Villani –, ma di un progetto strategico di comunicazione interna. La scintilla di tutto è la crescita di Alstom in Italia. Si tratta di una realtà molto articolata, con 3.500 dipendenti che nel nostro Paese svolgono la loro attività in 13 sedi distribuite in tutta la Penisola. Uno strumento come Shape contribuisce a far sentire le persone parte di una stessa organizzazione”.

Il progetto comprende il magazine di 16 pagine, che sarà adottato da subito in Italia e successivamente nei Paesi nei quali Alstom ha una presenza più strutturata, un supplemento locale per i siti produttivi più importanti  e una versione di 4 pagine per i Paesi dove la presenza è più contenuta. Sotto la supervisione dei partner di The Van ha lavorato un team composto dai visual specialist Sonia Almadori (progetto grafico), Danilo Bellavia (coordinamento) e Lisa Mazzi (impaginazione) e dai content specialist Roberto Braghiroli e Pietro Bernardo. “A dispetto delle previsioni – conclude Villani – la comunicazione interna gode di buona salute. Anzi, probabilmente in uno scenario complesso come quello attuale le aziende sentono ancor di più l’esigenza di tenere aperto il dialogo con  i propri dipendenti”.

Andrea Crocioni