CREATIVITY

I destini ‘incrociati’ di Leo Burnett, Publicis e Bcube


22.05.2013

Giorgio Brenna presenta la nuova organizzazione dell’agenzia, su Torino arriva Tranchini

I rumor erano circolati nei giorni scorsi, ma ora è ufficiale: Leo Burnett riorganizza la propria struttura in Italia. Ad annunciarlo ieri con una nota lo stesso Giorgio Brenna (nella foto),  chairman and ceo Continental Western Europe. Un’operazione che, secondo quanto affermato nel comunicato stampa, segue “un nuovo modello organizzativo ancora più piatto, snello e flessibile”.

Le novità si riflettono su tutta la struttura: Francesco Bozza e Alessandro Antonini saranno i nuovi executive creative directors; Louis Tohmè sarà il nuovo chief financial officer  Continental Western Europe; Niccolò Arletti sarà il nuovo managing director di Leo Burnett Milano; Fabio Bianchi viene nominato general manager di Leo Burnett Milano; Cristina Leone sarà general manager di Leo Burnett Roma, mentre Davide Colombo è confermato general manager di Leo Burnett Torino. Ma la nomina che fa più rumore è quella di Daniele Tranchini che lascia la carica di ceo di Publicis Italia per assumere il ruolo di nuovo Head of Fiat Chrysler e managing director Leo Burnett Torino.

Escono dal gruppo Guido Chiovato, Marco Caserta, Riccardo Robiglio e Paolo Dematteis, Riccardo Vavalà e Michele Sechi. La radicale riorganizzazione di Leo Burnett ha avuto naturalmente riflessi sui diversi network controllati da Publicis Groupe in Italia. In Publicis Italia, al posto di Tranchini, Publicis Worldwide ha nominato ceo Romeo Repetto. Il manager avrà la responsabilità di tutte le attività di Publicis Worldwide in Italia, incluse quelle di Publicis Dialog e Publicis Modem. Repetto proviene da Leo Burnett di cui era dal 2009 general manager della sede milanese.

Ma le novità non si fermano qui: Bruno Bertelli e Cristiana Boccassini, direttori creativi esecutivi di Publicis Italia dal gennaio 2011, aggiungeranno al loro incarico la direzione creativa globale sul cliente Heineken per tutto il network Publicis Worldwide. Gli effetti della riassetto di Leo Burnett si fanno sentire anche in Bcube, un’agenzia che negli ultimi anni è cresciuta costantemente, ritagliandosi uno spazio molto importante non solo in Italia ma anche all’estero. Con l’uscita di Francesco Bozza, che ricopriva il ruolo di ceo e direttore creativo esecutivo, Gianluca Tedoldi è stato nominato nuovo amministratore delegato, mentre la direzione creativa esecutiva viene affidata a Sergio Spaccavento, già direttore creativo associato. Nuovi ingressi nel reparto creativo e nel gruppo account sono previsti a breve.