MEDIA

La Rivista del Banco Popolare ‘cresce’ con The Van


21.05.2013

Nuova periodicità, grafica e tematiche. La Rivista del Banco Popolare cambia pelle e lo fa con il contributo di The Van. L’agenzia guidata da  Luca Villani e Steven Berrevoets, infatti, ha firmato il progetto grafico, l’impaginazione e l’editing della testata. Con questo incarico, arrivato a seguito di una gara, si amplia dunque il rapporto di collaborazione fra The Van e il Banco Popolare, inziato nel 2011 in occasione della campagna di lancio di YouBanking e consolidato in questi anni su diversi fronti. La Rivista ha cinque anni di vita ed è destinata ai 50 mila soci del gruppo bancario.

La prima novità sta nella periodicità: si passa da due a tre numeri l’anno. Con una veste grafica più vivace, mossa e fotografica, il giornale offrirà sempre una storia di copertina, dedicata all’argomento di ‘primo piano’, sviluppato  attraverso il contributo di importanti ‘firme’ e di validi cronisti dai territori di radicamento del  Banco Popolare, individuati con l’aiuto dei direttori delle testate locali, avvicinandosi ancor  più ai temi ed ai problemi di questi anni di crisi. Nel  ‘numero 11’ in uscita viene affrontato il tema della sussidiarietà raccontato attraverso gli articoli di voci autorevoli quali Mauro Magatti, Giorgio Vittadini, Alberto Quadrio Curzio, Giulio Sapelli, Giuseppe Guzzetti, Luigino Bruni.

“E’ stato appassionante – ha dichiarato Luca Villani –  poter lavorare su un prodotto così strategico. Con La Rivista, infatti, il Banco Popolare vuole testimoniare il proprio rapporto con il territorio: una relazione che si manifesta in tante forme, dalla promozione culturale al sostegno dato al volontariato”. Entro la prima metà di giugno, alla versione cartacea della testata verrà affiancato il formato digitale per tablet, “ispirato alle migliori pratiche sul mercato”, ha aggiunto Villani. La Rivista è realizzata grazie al lavoro di Edoardo Bus, direttore editoriale, e di Gianfranco  Fabi, direttore responsabile.

Andrea Crocioni