DIGITAL

Le aziende a scuola di mamme digitali con Sfera


13.05.2013

Per le mamme il web è una vera passione. Non è un caso dunque che l’appuntamento di apertura di ‘Kids – generazione 0-10’, appuntamento annuale col mondo dei bambini organizatto da Sfera, fosse dedicato a ‘Mamme e bambini: tra interattività e multicanalità’. Filo conduttore dell’edizione 2013 della manifestazione, che si è tenuta il 10 e l’11 maggio a Milano, il tema ‘Crescere bambini digitali’. “Le madri – ha detto in apertura di convegno Simona Tedesco, direttore di Leiweb.it – hanno un approccio interessante nei confronti del digitale e della multicanalità. Le donne passano in media mezz’ora in più al giorno collegate a internet rispetto agli uomini, ma mentre i maschi associano la navigazione all’intrattenimento, loro si collegano per informarsi e risolvere i problemi della famiglia”.

Le mamme in particolare rappresentano l’avanguardia dei consumatori italiani, basti pensare che secondo l’Osservatorio Multicanalità 2012 il 36% di queste può essere inquadrata a pieno come una social shopper. Un target con il quale le aziende devono imparare a dialogare su un terreno nuovo e meno controllabile rispetto ai media tradizionali. “Per queste madri il web – ha sottolineato Andrea Boaretto, head of marketing projects della School of Management del Politecnico di Milano – è l’ambiente naturale in cui cercare informazioni su prodotti e servizi per la famiglia.

I social media in particolare sono diventati un touch point significativo nei processi d’acquisto delle mamme e l’attitudine al confronto in rete rende questo segmento di popolazione più propenso agli acquisti online, manifestazione di un’evidente affinità fra social network ed e-commerce. Anche se a seconda della categoria mercelogica presa in analisi cambia il modo di rapportarsi”. In taluni casi le mamme approdano sui blog per confrontarsi sulle opinioni, ma non mettono a confronto le offerte perché per l’acquisto si preferisce un luogo fisico, specie quando si parla di prodotti che hanno a che fare con il benessere e la salute.

Andrea Crocioni