Audiradio in liquidazione

22 Giugno 2011

Se Audiradio ripartirà, oggi non è dato sapere quando, né da dove: certo, non ci sono i tempi tecnici per introdurre dal 2012 un sistema basato su tecnologia passiva.Il Consiglio d’Amministrazioni di Audiradio, riunito ieri a Milano, non ha trovato l’accordo sull’ipotesi di formazione di un progetto di bilancio condiviso e ha quindi dato mandato al presidente Vincenzo Vitelli di convocare l’assemblea straordinaria, entro quindici giorni, per la messa in liquidazione della società. Audiradio non ha ritenuto opportuno diramare un comunicato ufficiale. Dal canto suo il mercato, ovvero Upa, AssoComunicazione e Unicom, “ha cercato in tutti i modi di mantenere in vita Audiradio avanzando diverse proposte, ma tutti i tentativi di conciliazione sono stati rifiutati dall’una o dall’altra parte”, come hanno spiegato sia Giovanna Maggioni, direttore generale Upa, sia Fidelio Perchinelli, direttore generale di AssoComunicazione. Una frattura insanabile, tra differenti visioni sul futuro della ricerca sugli ascolti della radio, divide i maggiori editori: da una parte Rai, Monradio (Mondadori), Gruppo Espresso e Sole 24 Ore, dall’altra Rtl 102.5, RDS, Finelco e Radio & Reti, hanno messo il veto, gli uni e gli altri, a qualsiasi tentativo di sanare una frattura originata dalla ricerca Panel Diari 2010, quella stessa ricerca sospesa nel settembre 2010 - e costata oltre 4 milioni di euro - che ha portato il silenzio sui dati d’ascolto del mezzo per, ormai, 18 mesi. Investitori e pianificatori restano quindi senza dati - l’ultima ricerca valida è quella del 2009 - anche se per colmare il vuoto alcune emittenti e centri media fanno già tempo ricorso a Eurisko Media Monitor, basata su una tecnologia passiva, ma non specificamente tarata sulla radio e con un impianto metodologico del tutto differente. Se Audiradio ripartirà, oggi non è dato sapere quando, né da dove: certo, non ci sono i tempi tecnici per introdurre dal 2012, come preannunciato dalla società a settembre 2010, un sistema basato su tecnologia passiva (e sul quale sarebbero stati in gara EMM, TNS e Ipsos), per altro più consona alla misurazione di un mezzo che sempre più viene fruito in mobilità e su molte più piattaforme che non il vecchio apparecchio radio.

Agenda

Nessun post in Agenda.