Luigi Di Maio si racconta sul numero di settembre di Forbes

27 agosto 2018

Blue Financial Communication, società quotata all’Aim ed editrice dei mensili Forbes, Bluerating, Private e Asset Class, lancia in edicola il volume n° 11 del mensile Forbes con un’intervista esclusiva a Luigi Di Maio, vicepresidente del consiglio e ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro.

Il numero di settembre dedica la cover story, fotografata per Forbes da Oliviero Toscani, all’uomo nuovo del Governo giovane che punta su fiducia e speranza, due elementi che devono trasformarsi in azioni concrete e risultati tangibili per riuscire a fare svoltare il Paese. Il futuro dell’Italia passa attraverso tre punti cruciali: l’innovazione, la cultura e l’utilizzo dei media, tre pilastri che possono essere usati per trovare nuova occupazione, per risolvere i problemi del Sud e quelli dei giovani. È la scommessa di Luigi Di Maio da Pomigliano d’Arco, 32 anni, capo politico del primo partito italiano, che spiega, nell’intervista rilasciata a Forbes, cosa ha in mente per rilanciare l’Italia. Forte l’accento dato nel corso dell’intervista al tema dell’informazione: “I media convenzionali – afferma Di Maio – dovranno creare contenuti. Rai Fiction non deve produrre solo le
fiction per la Rai ma deve produrre e vendere a tutte le piattaforme digitali del mondo perché in Italia abbiamo mun know how e un’esperienza che ci consentono di creare ottimi prodotti”. E ancora: “Dobbiamo prepararci a quello che dicono Bill Gates, Mark Zuckerberg e Richard Branson e convertire le figure professionali che servono, da settembre qui al Ministero facciamo partire un fondo d’investimento di venture capital per le start up innovative che metta insieme investitori privati e Casse di previdenza dei professionisti che hanno fondi disponibili. Un fondo garantito che crea redditività e loro investono, modello Macron in Francia”.

Genova risorge, dopo la ferita del 14 agosto. Fervono i preparativi infatti per la 58esima edizione del Salone Nautico che quest’anno si presenta rinnovato con un focus su quattro aree: accessoristica, vela, fuoribordo, motoryacht e superyacht. La voglia di ripartire, dopo la tragedia e il lutto ma anche dopo la solidarietà e il lavoro delle migliaia di volontari, comincia (anche) da qui. È sempre più glamour, in netta competizione con Cannes, la Mostra del Cinema di Venezia: feste, star, mode e modi, oltre naturalmente ai film che faranno discutere per 12 mesi. Su Forbes #11 tutto quello che occorre sapere sul red carpet della Serenissima. Nel mese per eccellenza della vendemmia Forbes lancia al suo interno l’inserto speciale Lands of Wine, un lungo viaggio tra i grandi vini italiani con un Giro d’Italia finale in 40 etichette top firmato dal sommelier superstar Luca Gardini, appena entrato a far parte della squadra di Forbes. E ancora, su Forbes di settembre, le nuove strategie paperless di Ubi Top Private che prevedono un servizio di consulenza evoluta che elimina totalmente l’uso della carta. Il nuovo numero del magazine, che ha totalizzato un inserito di 27 pagine pubblicitarie, è sempre in abbinata con La Stampa a Milano, Roma e Torino.