Vigilanza Rai boccia Foa presidente. Atteso per domani un aggiornamento

1 agosto 2018

Marcello Foa / ©Crinari

Fumata nera per la ratifica del nuovo presidente Rai Marcello Foa. La Commissione di Vigilanza riunitasi oggi non ha votato il via libera alla sua nomina con 22 voti favorevoli su un totale di 23 partecipanti al voto e, dunque, sotto il quorum di 27.

“Il Consiglio di amministrazione Rai si è riunito questo pomeriggio coordinato dal  Consigliere anziano Marcello Foa e alla presenza dell’amministratore delegato Fabrizio Salini. Il Cda ha constatato che non si sono verificate le condizioni di efficacia della nomina del presidente a seguito della votazione della Commissione parlamentare di Vigilanza e ha aggiornato la discussione a domani”, ha spiegato la Rai in una nota ufficiale.

“Prendo atto con rispetto della decisione della Commissione di Vigilanza della Rai. Come noto, non ho chiesto alcun incarico nel Consiglio che mi è stato proposto dall’azionista. Non posso, pertanto, che mettermi a sua disposizione invitandolo a indicarmi quali siano i passi più opportuni da intraprendere nell’interesse della Rai”, è stata la dichiarazione di Foa.

“Il mio parere sarà assolutamente di riconfermare la fiducia a Marcello Foa – ha detto Matteo Salvini – e poi finalmente di tornare a lavorare, offrire un’informazione a tutti e per tutti, cosa che non sempre la Rai ha fornito in questi anni”. Salvini chiede il sostegno di tutto il centrodestra. “Conto che trattandosi di una persona libera che ha lavorato nell’ambito dell’informazione del centrodestra abbia il sostegno di tutto il centrodestra perché mi pare curioso che un movimento come FI che ha votato persone di diverso genere negli anni passati dica no. Foa è il massimo che si può ambire come presidente della televisione pubblica”, ha commentato il vicepresidente del Consiglio e ministro dell’Interno del Governo Conte.