Rai, Fabrizio Salini nuovo ad. Marcello Foa presidente

27 luglio 2018

Fabrizio Salini, Marcello Foa

Il ministro dell’Economia e delle Finanze Giovanni Tria ha proposto oggi al Consiglio dei ministri il nominativo di Fabrizio Salini come nuovo amministratore delegato della Rai e di Marcello Foa come consigliere di amministrazione, designandolo per il ruolo di presidente. Per mercoledì 1° agosto è convocata la commissione parlamentare di Vigilanza che dovrà esprimere il parere vincolante a maggioranza di due terzi sul nuovo presidente Rai.

“Oggi diamo il via a una rivoluzione culturale”, ha detto il vice premier Luigi Di Maio annunciando i nuovi vertici, mentre il premier Giuseppe Conte ha aggiunto: “Con Fabrizio Salini e Marcello Foa garantiamo il rilancio della principale industria culturale del paese”.

Salini, 51 anni, ha una ventennale esperienza nel campo dei media e della televisione. Dal 2003 al 2011 ha ricoperto il ruolo di vice president of entertainment channels di Fox International Channels Italy, gestendo tutta l’area dei canali di intrattenimento del gruppo. In questo periodo ha contribuito alla nascita di canali come Fox Life, Fox Crime e Fox Retro. Nel 2011 passa a Sky Italia come head of entertainment and cinema programming gestendo i canali Sky Uno e Sky Cinema. Nel 2012 è entrato a far parte del board of directors di Switchover Media con il ruolo di head entertainment & factual channels curando il lancio dei canali Giallo e Focus. Nel 2013, con l’acquisizione di Switchover Media da parte di Discovery Italia, diviene vice president content fiction & kids del gruppo. Nel febbraio 2014 ritorna in Fox come amministratore delegato di Fox International Channels Italy, mentre a fine 2015 viene nominato direttore di La7 e La7d lasciando la carica dal 1° giugno 2017. Dallo scorso gennaio era direttore generale di Stand By Me, società di produzione televisiva fondata nel 2010 da Simona Ercolani.

Foa, 55 anni, è stato a lungo firma de Il Giornale prima di andare a dirigere, nel 2011, la società svizzera Timedia Holding SA e il gruppo editoriale Corriere del Ticino. È docente di Comunicazione e Giornalismo. “Sono orgoglioso ed emozionato per la nomina a presidente della Rai, che è giunta inaspettata nell’arco di pochissime ore – ha scritto Foa in un post su Facebook -. Ringrazio di cuore il primo ministro Giuseppe Conte, i vice premier Matteo Salvini e Luigi di Maio, il sottosegretario alla presidenza Giancarlo Giorgetti, il ministro dell’economia Giovanni Tria per la fiducia accordatami. Mi impegno sin d’ora per riformare la Rai nel segno della meritocrazia e di un servizio pubblico davvero vicino agli interessi e ai bisogni dei cittadini italiani. Sin dai tempi del mio maestro Indro Montanelli, mi sono impegnato per un giornalismo intellettualmente onesto e indipendente e da oggi rinnovo questo impegno morale nei confronti dei giornalisti e di tutti i collaboratori della Rai. Grazie di cuore al Gruppo Corriere del Ticino per questi splendidi anni trascorsi assieme. È stato un onore, lascio con commozione una squadra meravigliosa”.