Urbano Cairo (Rcs): “Per laLettura prevista una raccolta oltre i 2 milioni a fine 2018”

26 luglio 2018

Urbano Cairo

Per il presidente e ad, è “buono” il primo semestre del gruppo, diventato “polo di riferimento per l’online e la carta stampata”

LaLettura, il supplemento culturale del Corriere della Sera, uscito la scorsa domenica 22 luglio rinnovato nella grafica e nei contenuti, “ha venduto il 20% in più”, nonostante il raddoppio del costo da 50 centesimi a un euro: lo ha dichiarato Urbano Cairo, presidente e amministratore delegato di Rcs MediaGroup, nel corso della festa per presentare la nuova edizione dell’inserto, che si è tenuta il 24 luglio alla Casa degli Atellani a Milano.

Una foliazione salita a 64 pagine, nuove sezioni, nuove firme, un grande artista che crea la copertina (il primo numero è firmato dal gruppo Valvoline), nuovi spazi per la narrativa, a partire dall’iniziativa ‘Romanzo italiano’ con otto scrittori importanti che per otto settimane si daranno il cambio per creare un romanzo a staffetta, sono alcuni dei principali cambiamenti.

“Io non ho mai aumentato i prezzi, per cui ero un po’ a disagio quando abbiamo deciso di farlo, senza un test, ma poi ho sentito tutti motivati – ha aggiunto Cairo -. Dal 2015 a oggi il supplemento ha più che raddoppiato la raccolta pubblicitaria, passando dai 980 mila euro di tre anni fa a 1,9 milioni nel 2017. Nel 2018 supereremo i 2 milioni di euro”.

Lo scorso anno laLettura ha venduto 85.000 copie cartacee e tra 80.000-90.000 digitali. Qualche anticipazione, infine, anche sui risultati del primo semestre definito da Cairo “buono”, in attesa della pubblicazione della semestrale attesa il prossimo 3 agosto.

“Stiamo facendo numeri spaventosi nella raccolta pubblicitaria: Rcs sta diventando un polo di riferimento per l’online e la carta stampata. Corriere sta andando benissimo, è stabile come copie in un mercato che sta facendo molto meno. Il giornale ha una marginalità, quindi siamo contenti”.

Per quanto le novità editoriali da settembre ci sarà il nuovo ioDonna, il rilancio di Vivi Milano e “un nuovo giornale di cucina ad alto livello”, ha concluso Cairo, soddisfatto anche dell’andamento del settimanale Oggi che “va meglio dello scorso anno, quando aveva registrato +12% sul 2016”.