Gruppo Libera Brand Building, 5 milioni di fatturato e una nuova ‘casa’ a Milano

19 luglio 2018

Roberto Botto

Incremento costante negli ultimi anni per il Gruppo fondato dal ceo Roberto Botto che nel 2017 ha registrato un fatturato di 5 milioni di euro con oltre 50 addetti. La struttura cresce con l’arrivo di Riccardo Barbazza in qualità di direttore creativo della digital agency Bebit

di Claudia Cassino


Quattro società, oltre 50 addetti e un fatturato complessivo che nel 2017 ha raggiunto i 5 milioni di euro registrando incrementi costanti anno dopo anno. Sono i numeri del Gruppo Libera Brand Building, fondato nel 1997 a Torino, che ieri ha presentato ufficialmente la sua nuova sede milanese: non un semplice ufficio, ma una vera e propria ‘casa’ dove accogliere talenti e sviluppare idee per clienti e brand.

Uno spazio rinnovato, nato all’interno di una vecchia conceria in via Rutilia 10/8, che da settembre ospiterà anche un’Academy dedicata alla formazione delle aziende e che fin da subito si pone come nuovo polo di attrazione grazie alla Brand Dreaming Suite: un appartamento, perfettamente attrezzato, destinato a ospitare i clienti del Gruppo ma anche chi si trova a Milano per studiare o lavorare nei campi del design, della moda e della comunicazione.

“Innovazione e uso strategico dei dati, crossmedialità e un team di talenti con competenze verticali fortemente integrate sono i pilastri su cui si fonda il nostro lavoro”, spiega il ceo e founder Roberto Botto, elencando le varie ‘anime’ che compongo il Gruppo: Libera Brand Building, agenzia specializzata in strategie di brand e comunicazione che genera circa 3 milioni di fatturato; Bebit, attiva in ambito digital, content e social management (1 milione); Magic Box Events, focalizzata nell’ideazione e realizzazione di eventi (1 milione).

C’è poi l’ultima sigla nata: Inthezon, la vertical consultancy agency che affianca le aziende che vogliono migliorare le proprie performance nel marketplace più grande al mondo, Amazon.

“È la prima agenzia del genere in Italia e sta registrando risultati molto importanti – sottolinea Botto -. I brand che si affidano ai nostri specialisti hanno ottenuto incrementi di vendita su Amazon che in alcuni casi hanno superato il 300%”.

La guida delle attività della sede milanese è affidata a Francesco Gatti, che si aggiunge così ai partner del Gruppo (il ceo Botto ed Enrico Chiadò Rana, direttore creativo esecutivo) e all’executive director della sede di Torino, Stefania Nasso. Da registrare, inoltre, il recentissimo ingresso nel team di Riccardo Barbazza, proveniente dal network Ogilvy, in qualità di nuovo direttore creativo della digital agency Bebit.

 

Uno scorcio della Brand Dreaming Suite

 

La sede milanese è già impegnata nello sviluppo dei clienti storici del Gruppo, tra i quali Alcatel, Ariston Thermo, Cefla, Costa Crociere, Diageo (Guinness, Talisker, Pampero, Gordon), Eukanuba, Mail Boxes Etc, Nau, Petronas, Puma, Tavola (Arbre Magique, Orphea), The Adecco Group (Adecco, Spring, Modis, Badenoch&Clark, Fondazione Adecco), UnipolSai. Di recente, inoltre, il Gruppo Libera Brand Building si è aggiudicato progetti per brand come Yacht Club Costa Smeralda/One Ocean Foundation, Acqua di Parma (Lvmh) e Mangusta.

New business? “Partecipiamo a gare il meno possibile, prevalentemente si tratta di acquisizioni dirette. Recentemente abbiamo conquistato un altro importante cliente, ancora top secret”, conclude Botto.

Clicca qui per le principali case history.