Kiwi diventa ‘Banana’ per il Milano Pride 2018

29 giugno 2018

L’agenzia milanese ha deciso di cambiare il suo nome a favore di nomi di altri frutti

In occasione delle manifestazioni nazionali per i diritti LGBTQIA (lesbiche, gay, bisessuali, transgender, queer, intersessuali e asessuali) del Milano Pride, anche Kiwi ha deciso di dire la sua e dichiarare la propria posizione a riguardo. Per alcuni giorni, l’agenzia milanese ha deciso di cambiare il suo nome a favore di nomi di altri frutti. “Perché, noi ci chiamiamo Kiwi. Ma l’amore ha più di un frutto. E non esiste un frutto giusto e un frutto sbagliato. Vengono tutti dalla stessa forma d’amore”, dichiara Giancarlo Sampietro, general manager dell’agenzia. Un messaggio e un appello forte, un invito a cambiare le cose, insieme. Da giovedì sera, l’agenzia ha cambiato il suo nome in Banana e poi in Melone, Pera e Fico sui suoi canali social, sul sito e nelle firme dell’email dei suoi dipendenti. In più, ha trasformando anche il suo payoff ‘just fresh ideas’ in ‘just equal ideas’, cogliendo questa occasione per raccontare con orgoglio il suo approccio etico alla comunicazione e alla creatività: idee che rispettano i diritti di tutti, senza distinzioni di sesso, di razza, di lingua, di religione.