Rifle: tre i partner per la digital transformation

25 giugno 2018

L’ad di Rifle, Franco Marianelli

È la digital transformation la nuova sfida di Rifle per riorganizzare l’insieme di processi e strumenti che consentiranno all’azienda di gestire e rendere disponibili tutte le informazioni da condividere in maniera estremamente semplice e rapida.

Per ristrutturare i processi interni e potenziare così la presenza del marchio sul web e sui canali di comunicazione digitale, Rifle si è rivolta a tre partner d’eccellenza: Triboo per l’e-commerce, Mapp per la piattaforma di customer engagement, Hyphen per la gestione dei digital asset.

Grazie alla collaborazione con Triboo, il brand darà vita a un sito che non sarà solo un negozio online perfettamente integrato con il retail per una vera esperienza omnicanale, ma un vero e proprio flagship store digitale, ricco di contenuti editoriali e in grado di raccontare al meglio il prodotto e la sua storia.

Mapp è la piattaforma di customer engagement scelta invece per essere a più stretto contatto con la customer base e relazionarsi con i clienti in maniera più personale ed efficace.

In una logica di multicanalità, Rifle comunicherà così con i propri clienti Retail e Digital integrando tutte le fonti di dati per rispondere alle esigenze di utenti sempre più attenti e iper-connessi, valorizzando le informazioni e inviando campagne personalizzate e multi-step sui principali canali digitali.

La piattaforma verrà inoltre utilizzata per potenziare il rapporto tra l’azienda e il mondo Trade, veicolando i valori del brand, le informazioni sulle attività aziendali e i materiali di comunicazione per i partner.

Infine con Hyphen, Rifle implementerà una produzione ottimale di contenuti digitali che dovranno essere integrati e relazionati alle informazioni di prodotto per permettere una informazione completa, trasversale e accessibile a tutte le aree aziendali che hanno necessità di disporre di immagini per gli utilizzi più diversi.