Per l’Italia un argento e due bronzi nel Design. Un bronzo anche nei Radio & Audio Lions

20 giugno 2018

di Andrea Crocioni


A Cannes Lions 2018 per l’Italia arriva anche il Leone che non ti aspetti. Si tratta del bronzo conquistato da DDB Group in una categoria tradizionalmente ostica per i progetti made in Italy come Radio & Audio, erede da quest’anno degli storici Radio Lions.

A conquistare l’importante riconoscimento è l’operazione ‘The Room’, campagna contro la violenza sulle donne promossa da Ikea Italia che sta raccogliendo consensi al Festival Internazionale della Creatività.

Il tema della violenza sulle donne è al centro anche di ‘Soccer Song For Change’, progetto targato Sud Africa e ideato da Ogilvy Cape Town per AB-INBEV Africa che ha conquistato il GrandPrix Radio & Audio.

La giuria ha deciso di lanciare un messaggio preciso, puntando, come spesso accade a Cannes, su un’operazione di comunicazione che prova a migliorare in concreto la vita delle persone, in questo caso specifico puntando su un uso poco tradizionale del messaggio audio. L’obiettivo del progetto, infatti, era quello di fermare la violenza sulle donne perpetrata dai mariti al ritorno dallo stadio, dopo una partita deludente da parte del proprio club calcistico. Un fenomeno diffuso nel Paese africano che ‘Soccer Song For Change’ ha provato a fermare portando un momento di riflessione proprio all’interno di una manifestazione sportiva.

Grazie al supporto del brand Carling Black Label, prima di una partita, un coro tutto femminile ha intonato una versione modificata della popolare canzone da stadio ‘Masambe Nono’ per affermare che non esistono scuse per praticare abusi sulle donne.

Passiamo alla categoria Design. Anche qui l’Italia ottiene un lusinghiero risultato mettendo nel carniere altri tre Leoni. Conquista un argento e un bronzo il progetto ‘Mutti Special Edition for Fico Eataly World’, curato da Auge Design per la nota azienda italiana specializzata in conserve alimentari.

 

 

Un altro bronzo va ad arricchire il palmares di Publicis Italia che conquista un nuovo riconoscimento con ‘DEISEL – Go with the Fake’ realizzato per DIESEL.

 

 

In Design il GrandPrix è stato assegnato al Regno Unito. Ad aggiudicarsi il massimo riconoscimento l’operazione ‘Trash Isles’, firmata da AMVBBDO London. Un progetto che ha conquistato la giuria per lo straordinario uso del design e per l’impatto culturale prodotto sulla società.

Plastic Oceans Foundation e LadBible, infatti, hanno lanciato un’iniziativa provocatoria: tutto nasce dalla volontà di ‘trasformare’ in una vera nazione, con tanto di bandiera e passaporto, la grande isola di plastica cresciuta in maniera incontrollata al centro dell’Oceano.

Come gesto simbolico, l’ex vice presidente degli Stati Uniti Al Gore ha accettato di divenire primo cittadino onorario dello stato galleggiante, che ha definito “assolutamente oltraggioso”. L’obiettivo dichiarato è quello di portare all’attenzione del mondo questa ‘nazione spazzatura’ per spingere tutti a impegnarsi al suo restringimento.


A DDB tre bronzi per la campagna contro la violenza sulle donne di Ikea

Cortesini: “Un ottimo debutto per il progetto iscritto per la prima volta in un premio internazionale”

di Laura Buraschi


Luca Cortesini e Gabriele Caeti

Sono tre i Leoni di bronzo conquistati ieri a Cannes da DDB per il progetto ‘The Room’, realizzato per il cliente Ikea sul tema della violenza contro le donne.

Luca Cortesini e Gabriele Caeti, executive creative directors che hanno firmato il progetto, commentano: “Questi riconoscimenti arrivano dopo una lunga serie di soddisfazioni internazionali, possiamo dire che sono la ciliegina sulla torta di un lungo anno pieno di momenti positivi. Siamo molto contenti di questo riscontro perché vuol dire che il lavoro che stiamo portando avanti all’interno dell’agenzia non solo genera nuove opportunità di business per i brand ma viene anche sottolineato dal punto di vista puramente creativo”.

Nel caso specifico di questo progetto, si tratta della prima volta che viene iscritto a un premio, “è quindi un debutto con un ottimo riscontro – aggiunge Cortesini a Today Pubblicità Italia – che ci fa particolarmente piacere perché, anche se noi eravamo molto fiduciosi, è sempre difficile prevedere un risultato. Questo in particolare è un lavoro in cui il cliente ha creduto fin da subito e che ha avuto una grande visibilità. Speriamo che questa partenza sia di buon auspicio anche per altri progetti che abbiamo iscritto e che saranno giudicati nei prossimi giorni”.

Clicca qui per tutti gli articoli relativi a Cannes Lions 2018