Gruppo Antevenio lancia in Italia la piattaforma Coobis

22 maggio 2018

Joshua Novick

di Andrea Crocioni


Il Gruppo Antevenio, leader in Sud-Europa e Americhe per le tecnologie e i contenuti di marketing, lancia anche in Italia Coobis, la piattaforma di content marketing che connette editori e aziende capace di realizzare e gestire le campagne attraverso un’unica interfaccia semplice e intuitiva. Il servizio è stato presentato ieri negli uffici milanesi della società.

“Nel corso dello scorso anno Antevenio si è rinnovata. Prima eravamo sinonimo di email marketing, oggi siamo considerati una boutique di digital marketing a tutto tondo, con un approccio consulenziale e con tantissime soluzioni”, ha sottolineato Massimo Martini, country manager per l’Italia della società.

Le campagne di content marketing hanno l’obiettivo di dare visibilità ad aziende e prodotti tramite la creazione e la pubblicazione su siti web e social network di contenuti di qualità per l’utente, apportando diversi benefici ai brand che intraprendono questa attività.

Gli utenti, infatti, accolgono favorevolmente una pubblicità non intrusiva, e il content aumenta il coinvolgimento tra clienti e aziende permettendo ottimizzazione del budget, alto ROI e vantaggi a medio e lungo termine.

“Con Coobis – ha chiarito Joshua Novick, fondatore di Antevenio – abbiamo creato un sistema in grado di gestire in modo strutturale un lavoro artigianale come la gestione dei contenuti. Questo business è già esploso in Spagna”.

Ad oggi le 6.000 aziende inserzioniste possono scegliere tra oltre 10.000 editori, i creatori di contenuti che meglio si adattano a ogni campagna classificati nel motore di ricerca di Coobis. Al momento circa il 15% degli editori è di lingua italiana.

Grazie a Coobis, Antevenio aiuta i brand a entrare in contatto con i valori dei propri potenziali clienti, colpendo il target desiderato e aumentando l’engament. La nuova piattaforma si propone come un marketplace che mette in contatto inserzionisti ed editori, consentendo di gestire le campagne di content marketing in maniera semplice attraverso una dashboard intuitiva e immediata.

Le metriche degli editori vengono estratte automaticamente dalla fonte principale, come Google Analytics e API dei social network. Coobis permette di filtrare gli editori per affinare la selezione secondo parametri prestabiliti, tra cui numero di lettori, visite, autorità Seo, follower, Paese di provenienza, tematica.

“Queste informazioni – ha affermato Novick – consente agli inserizionisti di capire il livello di influenza del singolo sito”.

Oltre alle metriche esterne, Coobis, infatti dispone di un proprio sistema di valutazione per aiutare a scegliere i migliori editori e consente alle aziende di definire un elenco dettagliato dei requisiti come briefing per ogni campagna.

Massimo Martini

“Questo genera un sistema di tariffe personalizzate”, ha aggiunto il fondatore di Antevenio.

Non solo i brand ma anche i creatori dei contenuti possono trarre beneficio dalla piattaforma. Coobis permette agli editori di avere tutte le risorse web e social network in un’unica dashboard, per poter gestire le campagne in maniera ordinata, precisa e senza errori. Gli autori sono liberi di scegliere a quali campagne aderire in base al proprio profilo e alla propria linea editoriale. Grazie alla classificazione per tematica, gli ordini che l’editore riceverà saranno sempre in linea con i temi di cui scrive, andando a realizzare un incontro perfetto tra editore e inserzionista.

“Il tema del content marketing è sempre più centrale nelle strategie delle aziende e Antevenio con la sua esperienza ventennale in questo ambito è il partner giusto per la pianificazione di qualsiasi campagna – ha concluso Martini -. Coobis si aggiunge alle nostre competenze e alla nostra offerta come strumento amplificatore della nostra attività e piattaforma preziosa per gestire e ottimizzare campagne di content e influencer marketing. Grazie a questa soluzione, i clienti potranno approfondire tutte le potenzialità del content marketing, ottenendo risultati a lungo termine”.