GreatPixel guida la svolta digitale di Fattoria Scaldasole

3 maggio 2018

Giovanni Pola

L’agenzia milanese guidata da Giovanni Pola ha vinto la gara per la riorganizzazione e la gestione delle piattaforme di comunicazione dello storico marchio

Un forte restyling della comunicazione con l’obiettivo di aumentarne l’efficacia, allargandone anche il bacino di utenza e puntando su elementi distintivi in grado di riaffermare il valore di un marchio che in Italia pochissime altre aziende possono vantare.

Il 2018 di Fattoria Scaldasole parte con il turbo. L’azienda che ha fatto da apripista nel mercato italiano per la diffusione del biologico, è consapevole di avere maturato un patrimonio di valori e prodotti che la rendono un unicum nel settore di riferimento. Da 30 anni produce solo Bio impiegando materie prime di qualità e rigorosi controlli lungo tutte le fasi di produzione.

L’obiettivo strategico che si è data è quello consolidare il proprio posizionamento aumentando al contempo la penetrazione della marca per conquistare nuove fette di consumatori: individui e famiglie che nel cibo ricercano la qualità come sicurezza per sé e per i propri figli e utilizzano internet come fonte di informazione.

Il primo passaggio di questa strategia riguarda quindi la messa a punto di un nuovo sistema di comunicazione che abbia nel digitale il suo punto di forza.

Il partner che l’affiancherà in questo progetto è GreatPixel, l’agenzia digitale milanese guidata da Giovanni Pola, che ha vinto la gara “perché ha dimostrato di essere in sintonia con il nostro progetto – spiega Massimo Trevisan, responsabile commerciale e marketing di Fattoria Scaldasole – e ci aiuterà a riorganizzare e a gestire le nostre piattaforme a partire dal sito che dovrà diventare più responsive, più fruibile e rapido, in una parola più moderno, ma ci darà una mano anche a individuare i canali di comunicazione più interessanti per parlare ai consumatori. Sempre Great Pixel, questa volta affiancata da Simple Agency, l’agenzia di digital maketing del gruppo Dentsu Aegis Network, si occuperà di gestire la comunicazione social al fine di aumentare la penetrazione dell’azienda tra i Millennial”.

“Oggi il biologico è vissuto come una moda e come un opportunismo da parte di molte marche – spiega il ceo di Fattoria Scaldasole Jean Paul Rippert – questo comporta un rischio di affollamento che fa perdere un po’ di brillantezza e banalizza l’intera categoria. Noi siamo l’unica azienda che fa prodotti esclusivamente biologici. Da quando siamo nati produciamo solo yogurt Bio all’interno di un parco naturale. Con Teddi siamo gli unici sul mercato ad avere una gamma di prodotti Bio dedicata ai più piccoli. Ecco perché vogliamo riaffermare ciò che più ci contraddistingue e che garantisce l’unicità e la differenziazione di Fattoria Scaldasole rispetto al resto dell’offerta”.

Intorno al concetto di biologico, l’azienda sta quindi ridisegnando l’intera offerta: l’assortimento a scaffale e l’attività a punto vendita, l’immagine di marca, in primis attraverso il packaging, la comunicazione convenzionale, sia advertsing che digital. A maggio Fattoria Scaldasole lancerà una serie di nuovi prodotti – contemporaneamente al cambio di packaging e a un significativo allargamento distributivo – tra i quali la nuova linea di yogurt interi, ma sempre in quel periodo il nuovo progetto di comunicazione entrerà a regime con la pubblicazione del nuovo sito. Per l’agenzia digitale milanese GreatPixel è la sesta nuova acquisizione, tra aziende italiane e internazionali, dall’inizio dell’anno.

“Un cliente importante – spiega Pola -: fin da subito abbiamo sposato il progetto di aiutarli a comunicare i valori di un brand che è unico in Italia e che ha fatto dell’autenticità uno dei suoi valori più importanti, ma anche il suo punto di forza e il fulcro della sua nuova strategia coerente con il messaggio ‘Solo Bio da sempre’”.