Citroën apre alla bellezza con Free Sunday

10 aprile 2018

Iniziativa unconventional in collaborazione con Touring Club Italiano

Citroën Italia nel mese di aprile cambia le regole dei consueti Porte Aperte domenicali e lancia l’iniziativa ‘Free Sundays’ per scoprire le eccellenze del nostro Paese, in collaborazione con il progetto Bandiere arancioni del Touring Club Italiano. Infatti la casa automobilistica, brand francese che ha fatto dell’Italia la sua seconda casa ha deciso di rinunciare per il mese di aprile alle ‘Porte Aperte’ domenicali, ormai consuetudine di molte Case Automobilistiche per lasciare spazio alla scoperta delle bellezze del nostro Paese.
Un’iniziativa, originale e unconventional, è denominata non a caso ‘Free Sundays’. Per consentire ai propri collaboratori di godere maggiormente di queste domeniche in libertà, Citroën Italia offre loro l’associazione annuale al Touring Club Italiano che permette di usufruire di vantaggi e servizi in viaggio. Dopo aver dato l’esempio con il personale delle sue Concessionarie, Citroën allarga anche a tutti gli italiani l’invito ad utilizzare i ‘Free Sundays’ per scoprire le eccellenze storiche, culturali e ambientali dei borghi dell’entroterra, certificati con la Bandiera arancione dal Touring Club Italiano.
Le concessionarie saranno comunque sempre a disposizione dei Clienti anche in questo mese, dal lunedì al sabato, per scoprire l’intera gamma Citroën. In particolare Nuova C4 Cactus appena lanciata sul mercato, oltre a C3 e C3 Aircross, le due best sellers. “Oggi la gran parte delle case automobilistiche apre i punti vendita anche di domenica – spiega Angelo Simone, direttore del Brand Citroën in Italia -. Al contrario, noi di Citroën, per tutte le domeniche di aprile, abbiamo deciso di invitare i nostri Clienti e anche i nostri venditori a scoprire le bellezze del nostro Paese. Da qui è nata la partnership con il Touring Club Italiano, una collaborazione di cui siamo molto”.
L’iniziativa ‘Free Sundays’ sarà comunicata sui principali canali media tra i quali tv e radio. In aggiunta, alcune concessionarie diventeranno esse stesse un ulteriore canale di comunicazione, grazie a un originale allestimento delle vetrate esterne.