Mondadori: consolidamento nei periodici e nuove acquisizioni nel digital

23 marzo 2018

Da sinistra Sergio Luciano, Raffaele Leone, Nicola Porro e Fabrizio Sala, vicepresidente della Regione Lombardia

di Claudia Cassino


Archiviato un 2017 positivo per periodici e digital, con la raccolta pubblicitaria lorda cresciuta del 7,5% (vedi notizia), il Gruppo Mondadori ha presentato ieri la quinta edizione di Panorama d’Italia: un tour in 6 tappe da aprile a settembre con cui il newsmagazine diretto da Raffaele Leone torna a raccontare le eccellenze italiane – dell’impresa, dell’economia, della cultura, della scienza e dell’enogastronomia – toccando la Penisola da nord a sud.

Numerose anche quest’anno le aziende partner dell’evento, una ‘live&media experience’ che nel 2017 ha registrato una raccolta pari a 4 milioni di euro.

“Per la nuova edizione, che avrà 6 tappe anziché 10, ovviamente il valore sarà riproporzionato ma contiamo di raggiungere una raccolta superiore alla metà di quella dell’anno scorso”, ha spiegato Davide Mondo, amministratore delegato della concessionaria Mediamond.

A fronte di un avvio d’anno non particolarmente brillante per il mercato advertising, le testate del Gruppo Mondadori registrano “comunque un andamento migliore del mercato – continua Mondo – pur trattandosi di un periodo che tradizionalmente presenta forti elementi di discontinuità nel settore, soprattutto per quanto riguarda il numero di uscite. Febbraio è andato meglio di gennaio, marzo lo stiamo ancora chiudendo”.

Dopo i lanci nel 2017 del mensile Giallo Zafferano e del settimanale Spy, che si sono attestati rispettivamente su una media di diffusione nell’anno di debutto di 200.000 e 150.000 copie medie portando il Gruppo a una quota di mercato del 31,8% nei magazine, la strategia sul fronte periodici per il 2018 prevede un’attività di “consolidamento verticale dei brand – ha sottolineato Carlo Mandelli, direttore generale Periodici Italia del Gruppo Mondadori -. Giallo Zafferano è approdato recentemente in tv su Canale 5 con risultati molto positivi, mentre il lancio di Spy ci ha permesso di posizionare Chi su un segmento più alto, con l’inserimento di 1/16 dedicato alla moda. Due inoltre i momenti clou del 2018: gli 80 anni di Grazia, che celebreremo con eventi e iniziative ad hoc per tutto l’anno, e i 30 anni di Donna Moderna che ha realizzato un progetto dedicato all’empowerment femminile. Quanto al newsmagazine Panorama, che compete da solo in un mercato difficile, puntiamo a rafforzare il brand con iniziative come Panorama d’Italia e con gli allegati come Icon e Icon Design”.

Prosegue, invece, la strategia di espansione sul fronte digital avviata nel 2016 con l’acquisizione di Banzai Media.

Dopo aver acquisito, all’inizio del 2018, il social Design d’Autore e il sito Oroscopo.it che andrà a potenziare l’offerta femminile “andremo avanti con nuove piccole e medie acquisizioni, in particolare nell’area design”, ha aggiunto Mandelli.

Proprio la raccolta nel settore design continua a crescere “da tre anni, con performance particolarmente buone”, ha precisato Mondo, che ha recentemente tenuto a battesimo l’Innovation Design District (vedi notizia).

Quanto al Sistema Cucina, ha continuato Mandelli, “oggi il 60% del fatturato deriva dal digital grazie anche all’ingresso di Giallo Zafferano”.

Novità, infine, anche per Focus che – dopo la conclusione dell’accordo con Discovery – approderà “entro il primo semestre” su un nuovo canale televisivo targato Mediaset con una nuova collocazione sull’LCN inferiore all’attuale 56. Previsto anche, dal prossimo autunno, il lancio di nuovi eventi sotto il brand Focus.

Tutte le tappe e le novità del tour

Panorama d’Italia parte da Firenze (11-14 aprile) per poi fare tappa a Bergamo (9-12 maggio), Reggio Emilia e Piacenza (23-26 maggio), Napoli (13-16 giugno), Palermo (12-15 settembre), Roma (26-29 settembre).

A queste si aggiunge, a giugno, This is Italy, la tappa speciale di New York (28 giugno-2 luglio) che già lo scorso anno ha dato vita a tre giorni di eventi e workshop.

Negli scorsi quattro anni sono state 20 milioni le persone raggiunte dal tour, con oltre 500 mila persone intervenute direttamente agli appuntamenti nelle 45 città, più di 1.600 tra ospiti e relatori e quasi mille eventi gratuiti e aperti al pubblico.

Per ogni città toccata dal tour, la società del gruppo Mondadori Inthera realizzerà una ricerca dedicata al territorio di ogni tappa per conoscere le opinioni e il grado di soddisfazione dei cittadini.

Il format quest’anno si arricchisce inoltre con un nuovo team editoriale: accanto al direttore Raffaele Leone e il responsabile editoriale del tour Sergio Luciano, ci saranno Nicola Porro, Oscar Giannino, Vittorio Sgarbi, Jacopo Loredan, Marco Ventura, Roberto Giacobbo, Michele Lupi, Fiammetta Fadda, Piera Detassis, Gianni Poglio e Antonio Carnevale.

Panorama d’Italia sbarca anche questo anno sulle reti Mediaset con il programma in seconda serata su Rete 4 Grand Tour d’Italia.

I principali incontri saranno anche visibili in diretta su Panoramaditalia.it, sul canale Panorama.tv e su Facebook. Partner del tour sono: ab medica, ACEA, Autostrade per l’Italia, Cobat, Enel, Grimaldi Lines, IBM, Intesa Sanpaolo, Lottomatica, McDonald’s, Menarini, Università Telematica Pegaso. Charity partnership: Lega del Filo d’oro.