Teads cresce nel 2017 con revenue pari a 281 milioni di euro (+50%)

22 marzo 2018

Pierre Chappaz e Bertrand Quesada

Teads ha annunciato i risultati conseguiti nel 2017, riportando revenue per 281 milioni di euro che rappresentano una crescita organica del 50% YoY.

La società acquisita da Altice ha superato persino la crescita conseguita l’anno precedente (crescita del 45% sul 2016). La company raggiunge un EBITDA positivo per il quinto anno consecutivo.

Pierre Chappaz, executive chairman, ha affermato: “Sempre più advertiser stanno riponendo la loro fiducia in Teads e nel nostro network partner fatto da editori premium, con i quali costituiamo una potente alternativa a YouTube e Facebook per la distribuzione delle loro campagne video in ambienti di alta qualità. Le partnership strategiche con la maggior parte dei publisher premium in tutto il mondo, la nostra meticolosa attenzione verso la user experience, il costante focus sull’innovazione e la nostra scalabilità a livello globale ci distingue da tutte le altre compagnie di AdTech. La nostra scommessa sulla qualità sta portando i suoi frutti”.

Chappaz ha anche commentato l’acquisizione di Teads da parte di Altice un anno fa: “L’ingresso in Altice Group ci ha permesso di combinare lo spirito da start-up di Teads con la struttura di un gruppo imprenditoriale forte nel settore telecom e media, contribuendo alla rapida crescita e alla nostra ascesa come attori alternativi nel digital video advertising a livello globale”.

Teads raggiunge un’audience di 1.2 miliardi di visitatori unici al mese, di cui 800 milioni su mobile.

Secondo la classifica di comScore, la reach globale di Teads supera le video properties di Verizon (Oath, Adap.tv, Brightroll), Tubemogul di Adobe e SpotX di Bertelsmann.

In molti Paesi, la reach potenziale della società (ovvero la reach mensile deduplicata dei suoi publisher) è più vasta della reach di YouTube e Facebook.

Nel 2017, Teads ha investito in modo massiccio sulle tecnologie interattive, in particolare su quegli strumenti in grado di adattare gli annunci pensati per la tv agli schermi mobile e di personalizzare l’esperienza pubblicitaria, facendo leva sui dati e sull’Intelligenza Artificiale.

Teads è stata la prima company a lanciare un annuncio pubblicitario video con chatbot integrato, così come gli annunci voice-controlled.

Bertrand Quesada, ceo di Teads, ha commentato: “La nostra missione è aiutare i premium publisher a incrementare le loro revenue, proteggendo, al tempo stesso, la user experience. Teads è fiera di poter supportare, tecnicamente e commercialmente, i publisher più prestigiosi del mondo, che includono The Washington Post, Forbes, LA Times, Politico, Boston Globe, Chicago Tribune, The Atlantic, Reuters e Business Insider in U.S., e The Evening Standard, The Daily Mail, Trinity Mirror, Der Spiegel, Die Welt, Bild, O Globo, Les Echos, L’Equipe, L’Express, BFM, Au Féminin, El Pais, El Mundo, Nikkei e molti altri in Europa e APAC. Teads rappresenta il migliore ambiente sul mercato, in termini di brand safety e scalabilità. Le opportunità di crescita dell’azienda sono senza confini!”.

Teads, fondata nel 2011, è l’ideatrice della pubblicità outstream e primo video advertising marketplace al mondo secondo la classifica di comScore.

Le soluzioni di outstream advertising video e display sviluppate da Teads comprendono una serie di formati inseriti nel cuore di un contenuto editoriale, quale ad esempio l’inRead, che si attiva all’interno di un articolo.

I brand e le agenzie possono accedere a questa premium inventory, disponibile sia su desktop che su mobile, attraverso programmatic o managed service.

Mediante le funzionalità del Managed Service, il team di Teads opera per conto dei clienti utilizzando la propria piattaforma.

Teads vanta un team di oltre 670 dipendenti, dei quali impegnati in attività di ricerca e sviluppo, in 35 uffici in 24 paesi.