Per Logotel un 2018 nel segno di ‘Your Extraordinary Self’

26 febbraio 2018

Cristina Favini

Anche questo febbraio tutta Logotel si è riunita per il tradizionale kickoff, l’appuntamento di inizio anno in cui condividere le sfide e gli obiettivi da raggiungere nel 2018. Il kickoff è l’occasione per fare il punto sull’anno appena trascorso e sui prossimi mesi a venire e per lanciare il tema che vedrà coinvolte l’ecosistema Logotel, persone, clienti e partner.

“Nel 2017 abbiamo confermato i nostri trend di crescita – sottolinea Nicola Favini, general manager e manager of Communities di Logotel – e il fatturato di servizi prodotti da noi è salito a 12,5 milioni di euro, pari a +16% sull’anno precedente, grazie al lavoro che le nostre 180 persone portano avanti ogni giorno al fianco di Clienti nazionali e internazionali. Si è concluso un anno denso e ricco di appuntamenti e Logotel conferma la volontà di essere presente sui mercati internazionali accompagnando le imprese Clienti con progetti di grande trasformazione di service design, formazione e apprendimento e content & business community. Oltre che in Italia, oggi abbiamo persone stabili a Parigi, Madrid, Bruxelles e serviamo quotidianamente con i progetti oltre 22 Paesi del Mondo. Un buon punto di partenza per vivere con intensità ed entusiasmo il 2018”.

Per accompagnare le imprese in percorsi di trasformazione collaborativa continua, oltre a un’offerta di servizi integrati, la società ha messo a punto per quest’anno una serie di appuntamenti. I primi due incontri del 2018 sono fissati per marzo con l’evento ‘Digital Impact’ in occasione della Digital Week a Milano. Il secondo appuntamento è il rilancio della piattaforma Weconomy, il portale dell’Innovazione Collaborativa (www.weconomy.it), e l’uscita del nuovo quaderno, il dodicesimo, intitolato ‘Robot – L’automazione è collaborativa?’. Il tema di quest’anno per Logotel sarà ‘YES – Your Extraordinary Self’.

“Siamo consapevoli di essere in una fase di transizione strutturale dell’ecosistema economico e sociale – spiega Cristina Favini, strategist e manager of Design di Logotel – per vivere questa trasformazione dobbiamo allenarci ancora di più a nuove sensibilità e competenze per adattarci a cambiamenti continui e per produrre valore. Quindi dietro un ‘Why’ forte dobbiamo avere dei “Who” forti . Per questo alla domanda: è tempo di dedicarci al nostro self? Abbiamo risposto YES, che è l’acronimo di Your Extraordinary Self, un insieme di appuntamenti, azioni occasioni per prenderci cura del nostro Self, per guadagnare un punto di osservazione inedito e rafforzare la nostra visione sulla realtà dei nostri business”.