San Valentino: Morellato punta a 3 milioni di utenti in target con Google e DigiTouch

6 febbraio 2018

In occasione di San Valentino, Morellato ha lanciato sulle piattaforme di Google la campagna #amaacolori per la collezione di gioielli Gemma, con il supporto del Gruppo DigiTouch.

Con l’obiettivo di lavorare sia sulla brand awareness che sulle conversioni in store e online, Morellato ha attivato tre diversi strumenti di advertising: annunci video su YouTube per una visibilità di ampia portata, Display programmatic su DoubleClick per uno storytelling più mirato e AdWords per presidiare le ricerche più rilevanti su Search.

Con la campagna #amaacolori Morellato stima di raggiungere nel mese di febbraio 3 milioni di utenti in target attraverso la video adv e di registrare 14 milioni di impression sul totale della campagna.

“Riteniamo di avere un prodotto che si presti molto bene alla comunicazione digitale e crediamo che San Valentino sia l’occasione giusta per iniziare questo percorso – ha dichiarato Sara Viola, E-Commerce & Marketing Director, Morellato -. Siamo confidenti che, l’efficacia degli strumenti advertising di Google insieme alla consulenza e al supporto operativo che ci fornisce il Gruppo DigiTouch, ci porteranno a raggiungere ottimi risultati”.

In Italia le ricerche per il termine ‘San Valentino’ sono cresciute del 25% rispetto al 2016 e cominciano già all’inizio dell’anno, prima ancora dell’Epifania.

Sono quasi la metà (49%) le ricerche che avvengono con più di una settimana di anticipo rispetto a San Valentino, mentre una ricerca ogni 10 avviene il giorno prima e una su 20 il giorno stesso. E dopo il 14 febbraio si continua ancora a cercare per qualche giorno. Si cercano soprattutto regali femminili.

Le ricerche ‘regalo di San Valentino per… moglie, fidanzata, ragazza’ sono più che triplicate (+240%) dal 2016 al 2017. Quanto alla scelta del regalo, le ricerche per la categoria ‘biancheria da notte’ sono più che raddoppiate in un anno (+104%), con una preferenza per l’utilizzo dei dispositivi mobili (59%). In forte crescita anche lingerie (+30%), peluches (47%), candele (+57%) e fiori (+40%).