Kettydo+ chiude il 2017 con una crescita del 20% e oltre 4 milioni di fatturato

29 gennaio 2018

Federico Rocco

La crescita ha coinvolto in modo simmetrico le tre aree di business dedicate alla user experience, alla creatività e alle soluzioni. Lo staff supera le 50 persone, 10 in più entrate nel corso dell’anno. L’agenzia ha vinto oltre il 60% della gare a cui ha partecipato

Numeri in crescita ma soprattutto l’affermazione di un progetto d’azienda che ha definito il modo di dare servizi e prodotti efficaci al mercato.

Questi i risultati 2017 di Kettydo+, la digital agency che supporta i brand nell’implementazione di strategie digitali mirate a creare un engagement continuo dei clienti e dei consumatori attraverso piattaforme digitali connesse, interattive e intelligenti.

La crescita è stata del 20% sul 2017 con un fatturato superiore ai 4 milioni di euro che ha coinvolto in modo simmetrico le tre aree di business dedicate alla user experience, alla creatività e alle soluzioni tecnologiche. È un chiaro segno che la strategia del modello integrato è vincente e risponde all’esigenza dei brand evoluti che necessitano di partner con una metodologia solida, completa, end to end. Per quanto riguarda il mercato, Kettydo+ nel 2017 ha realizzato lavori per tutti i tipi di segmenti merceologici, dal food, al FMCG, al finance, al fashion, al retail.

L’agenzia ha vinto oltre il 60% della gare a cui ha partecipato.

Afferma Federico Rocco, amministratore delegato di Kettydo+: “Tanto lavoro e tanta soddisfazione per questo ottimo risultato e ora molto entusiasmo per un 2018 che prevediamo ancora in crescita. Abbiamo una struttura dotata di talenti di grande valore e vediamo alcuni mercati davvero dinamici. Come quello del retail che ci dà la possibilità di lavorare in modo totale sulla customer experience e la relazione con il cliente finale. Ci sono poi settori, come quelli del food, del finance ed electronics che hanno raggiunto un buon livello di maturità e oggi puntano su ecosistemi digitali evoluti in cui la nostra esperienza e capacità di innovazione può esprimersi a fondo. Abbiamo pensato a quello che serviva al mercato e i nostri clienti lo hanno capito e ci hanno premiato con la scelta e la fidelizzazione”.

Il 2017 è stato anche l’inizio della collaborazione con il Politecnico di Milano per la fondazione del primo osservatorio sull’Omnichannel Customer Experience e con l’Università di Parma per l’Osservatorio Fedeltà.