Audimovie: a dicembre 8,7 milioni di biglietti cinema. Nell’anno sono 91,3 milioni

15 gennaio 2018

Sono 8.764.829 i biglietti staccati nelle sale cinematografiche italiane durante il dodicesimo ciclo di programmazione del 2017 (30 novembre-27 dicembre).

Lo segnalano i nuovi dati Audimovie sulle presenze cinematografiche nel mese di dicembre. Considerando i dati complessivi dell’anno, i biglietti staccati salgono così a 91.390.356. La flessione sul 2016 (12,2%) è riconducibile al risultato di Quo vado? di Checco Zalone che nel periodo totalizzò 9.367.977 spettatori (31/12/2015-28/12/2016). Degli oltre 91 milioni di spettatori del 2017 l’84,3% è entrato in una delle Sale in concessione alle tre Concessionarie certificate da Audimovie: Rai Pubblicità, Moviemedia, DCA-Digital Cinema Advertising. Relativamente alle diverse tipologie di Complesso gli spettatori delle Concessionarie si sono così suddivisi: multiplex con 8 o più schermi sempre preferiti col 62,9%, seguiti dai 3-5 schermi col 16,3%, dai 6-7 schermi col 14,8%, dai 2 schermi col 3,8%, chiudono i monosala col 2,2%. La ripartizione per Area Geografica: Nord Ovest 30,1%, Nord Est 22,1%, Centro 25,1%, Sud e Isole 22,8%.

Assassinio sull’Orient Express, Star Wars: gli ultimi Jedi, Poveri ma ricchissimi, sono i tre film più visti del mese. Alle loro spalle, completano la top ten Wonder, Ferdinand, Smetto quando voglio – ad honorem, Natale da chef, La ruota delle meraviglie, Justice League.

Nella classifica delle pellicole più viste da inizio anno sempre in testa La Bella e la Bestia seguito da Cattivissimo me 3 e 50 sfumature di nero in terza posizione. Quarto Fast & Furious 8, quinto It, sesto Pirati dei Caraibi-La vendetta di Salazar, settimo L’ora legale.

Uniche variazioni rispetto al progressivo di novembre, l’ingresso in ottava posizione di Assassinio sull’Orient Express che scavalca Mister Felicità (nono) -, e di Star Wars: gli ultimi Jedi, decimo, che spinge fuori dalla classifica Collateral Beauty e Sing.


Fcp-Associnema: nel 2017 sostanziale tenuta delle presenze al netto di Zalone. Ottime prospettive per il 2018

A seguito dei dati sull’andamento del mezzo Cinema comunicati dalle associazioni degli esercenti durante la conferenza stampa del 10 gennaio, FCP-Associnema commenta attraverso il presidente Fabio Poli: “Per leggere correttamente i dati ritengo sia importante osservare che l’andamento delle presenze al cinema negli ultimi cinque anni è sostanzialmente stabile se non si considera il risultato dei film di Checco Zalone. Il semplice fatto che nel 2017 non sia uscito sul grande schermo un film del comico spiega il calo registrato (-12,2% sul 2016 – dati Audimovie). Il risultato sarebbe altrimenti stato in linea con gli anni precedenti. Secondo i dati Audimovie, al netto dei film di Zalone usciti nel 2013 e 2016 la media spettatori Cinema degli ultimi cinque anni è 92.974.878, in linea pertanto coi 91.390.356 spettatori del 2017. La vitalità del cinema è inoltre confermata dai risultati che titoli come Star Wars, Assassinio Sull’Orient Express, Wonder e più recentemente Jumanji hanno riscontrato, nonché dal rinnovato desiderio dei brand di legare le proprie realtà a questi e altri spettacolari blockbuster’’.

Il 2018 si preannuncia essere un anno molto positivo, soprattutto per il nostro cinema, in quanto oltre a un calendario di importanti uscite di film italiani si avvantaggerà dei benefici effetti della legge Franceschini, con i decreti attuativi finalmente pubblicati a fine 2017, che ha un’impostazione che premia principalmente il prodotto nazionale in Sala.

Aggiungiamo inoltre che a giorni verrà presentata una proposta per incentivare la fruizione estiva del Cinema con l’obiettivo di alleggerire la stagionalità, tutti indicatori e iniziative che porteranno certamente a importanti benefici in termini di spettatori.