Domus, a gennaio +50% di raccolta adv. Per il 2018 obiettivo di crescita annuale pari al +20%

11 gennaio 2018

A un mese esatto dall’annuncio della nuova formula editoriale di Domus che vedrà 10 architetti internazionali guidare 10 numeri del giornale per i prossimi 10 anni, esce da ieri a Milano e oggi in tutta Italia, il primo numero di Domus firmato da Michele De Lucchi, direttore del mensile per il 2018.

“Ribellione. Audacia. Coraggio. Temerarietà. Sono le parole di chi non si accontenta e cerca, di chi non applica pedissequamente, ma sperimenta, di chi trova gratificazione solo da risultati superiori alle aspettative. Non c’è buon progetto senza un atto di ribellione e non c’è ribellione senza la spinta di una buona idea”: con queste parole la Domus di De Lucchi apre un nuovo, inedito e anticonvenzionale, capitolo dello storico giornale che proprio nel 2018 celebrerà i 90 anni dalla sua nascita.

Un’evoluzione ed un entusiasmo che trovano conferma anche nella raccolta pubblicitaria del brand che rispetto al 2017 si pone l’ambizioso obiettivo di crescita annuale pari al +20%.

“Sul fronte dell’offerta, come per le altre property del gruppo, anche Domus è oggi in grado di agire come una piattaforma di comunicazione. In tal senso l’offerta pubblicitaria 2018 è stata formulata con diverse opzioni multicanale: stampa, eventi sul territorio e ovviamente digital” spiega Massimo Bergia, Direttore Pubblicità Editoriale Domus che precisa “per quest’ultimo ambito, l’obiettivo 2018 è ancora più significativo e punta a una crescita del +50%, complice il recente lancio del nuovo domusweb.it. Obiettivo alla nostra portata e che vediamo incentrato su servizi di comunicazione strategica che integrino progetti di storytelling, display, branded content e social. Infine, grazie anche all’importante traguardo dei 90 anni di storia del marchio, nato nel 1928, quest’anno Domus coinvolgerà gli investitori di settore ed extrasettore in due importanti eventi sul campo di cui a breve annunceremo i dettagli, in aggiunta a progetti taylor made che coniugano cultura, professione e formazione”.

A supporto del lancio, il primo numero della nuova Domus arriva in edicola con uno speciale cut price del 50% (da 10 a 5 euro). In contemporanea il mensile presenta, una campagna, realizzata internamente, avente come soggetto protagonista proprio l’architetto, ora anche direttore, Michele De Lucchi. Una creatività di rottura rispetto alle precedenti, che mette l’accento sull’uomo e sulla sua capacità di creare e innovare.

Per tale campagna è prevista una pianificazione multipiattaforma online e offline, in primis su La Lettura – Corriere della Sera, Robinson – La Repubblica e Wallpaper. Un’azione mirata viene realizzata in Brera a Milano dove l’edicola di Via Brera 21 sarà completamente brandizzata Domus.