Sanremo 2018: raccolta pubblicitaria già a 25 milioni di euro. Tim sponsor unico

10 gennaio 2018

Pierfrancesco Favino, Claudio Baglioni e Michelle Hunziker

Il direttore della rete ammiraglia Angelo Teodoli: “La soglia dei 26 milioni dell’anno scorso a fine stagione può essere raggiunta, se non superata”

di Fiorella Cipolletta


A circa un mese dal via della 68ª edizione del Festival di Sanremo Rai Pubblicità ha già incassato 25 milioni di euro per l’evento canoro on air su Rai 1 e Radio2.

Lo ha affermato ieri durante la conferenza stampa tenutasi dal Salone del Casino di Sanremo il direttore di Rai 1 Angelo Teodoli.

“Dal punto di vista dei conti siamo assolutamente in linea – ha sottolineato Teodoli -. Al momento la raccolta pubblicitaria ammonta a 25 milioni, rispetto ai 26 milioni dell’anno scorso a fine stagione. Ed è prevedibile che la soglia del 2017 possa essere raggiunta, se non superata. Mentre i costi del festival raggiungono i 16 milioni 400 mila euro, in linea con l’anno passato”.

Anche quest’anno Tim si conferma sponsor unico di Sanremo (vedi notizia). Il brand accompagnerà il telespettatore durante il sessantottesimo Festival della Canzone Italiana che si svolgerà al Teatro Ariston dal 6 al 10 febbraio 2018, con la direzione artistica di Claudio Baglioni. Ad affiancarlo anche la spumeggiante Michelle Hunziker, che torna a condurre il Festival di Sanremo undici anni dopo aver affiancato Pippo Baudo nell’edizione del 2007, e l’attore Pierfrancesco Favino.

“Il Festival si inserisce nella linea editoriale di Rai 1 che punta a valorizzare i talenti e l’arte del nostro Paese, come le canzoni italiane – ha dichiarato Teodoli -. L’idea è quella di mescolare arte e pop. Sarà un festival completamente nuovo rispetto al passato, meno televisivo e più artistico e puntiamo a raggiungere un 40% di share”.

Oltre alle serate in onda su Rai e Radio2, quest’anno torna sul palco del Casinò il DopoFestival, con i programmi che scandiranno la settimana, come La vita in diretta, Sabato in diretta e Domenica In.

Il festival targato Capitan Baglioni sarà ispirato all’anno ’68. “Le ultime edizioni del Festival sono state baciate da forti ascolti – ha dichiarato Baglioni. Nella 68ª edizione di Sanremo non ci sarà solamente musica, ma non vi aspettate il supershow. Ripensando al 1968 e ai flower power ho avuto grandi suggestioni. È stata un’epoca che non si è mai più ripetuta e mi piace pensare che anche quello slogan ‘l’immaginazione al potere’, sia ripetibile e possa essere riconvertito in ‘l’immaginazione al Festival’. Sarà un grande racconto, un grande affresco musicale. Per questo ho pensato ad un’edizione colorata, che tingeremo con i colori primari”.

In occasione della conferenza stampa sono stati presentati tre brevi spot che vedono protagonisti Claudio Baglioni, Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino impegnati a ‘colorare’ il Festival.

Nel frattempo sono on air altri tre spot con Claudio Baglioni impegnato a ricevere suggerimenti in vista di Sanremo da Pippo Baudo, Carlo Conti e Fabio Fazio.

Il festival targato Baglioni porterà delle piccole novità. Un Festival 0.0, di discontinuità con il passato, come aveva già annunciato il direttore artistico, che vedrà allungarsi le canzoni sino a 4 minuti e gli ospiti stranieri dovranno proporre brani che rimandino alla canzone italiana.

“Questa scelta costituisce una grossa novità a vantaggio della canzone del nostro Paese”, ha concluso Baglioni.

Sanremo sarà raccontato anche su Radio2 da Andrea Delogu, Gino Castaldo, Ema Stokholma, Gianfranco Monti, Claudio De Tommasi e Filippo Solibello che saranno gli inviati speciali di questa edizione del Festival.

A partire dal 6 febbraio Radio2 racconterà minuto per minuto la kermesse canora più importante d’Italia a partire da tutti i retroscena, per una narrazione a 360° in diretta e in esclusiva per il popolo della radio.

La formula sarà nuova, eclettica, live: la mattina presto, alle 6, si partirà con Filippo Solibello, inviato per conto di Caterpillar AM e presenza fissa al truck di Radio2 che, come da tradizione, animerà il folto pubblico del Festival che tutti gli anni affolla Piazza Borea d’Olmo. Dalle 16 alle 18 toccherà ad Andrea Delogu, insieme ai ‘suoi Sociopatici’ Claudio De Tommasi e Gianfranco Monti.

Alle 21 sarà il momento della diretta in contemporanea con Rai1 dal Teatro Ariston, una maratona di indiscrezioni, curiosità e commenti a caldo di tutti i concorrenti in gara.

Quest’anno la formazione della squadra che seguirà il serale è rinnovata: alla voce di Andrea Delogu, si aggiungerà la sua amica più speciale, Ema Stokholma, reduce dalla vittoria di Pechino Express. Special guest, al centro di un’accoppiata che è già tutto un programma, sarà il critico musicale Gino Castaldo.

Di grande impatto il supporto ‘social’ che garantiranno le diverse declinazioni firmate Radio2, dall’App di RaiPlay Radio, Twitter, Instagram, Facebook e lo streaming su radio2.rai.it.

Per quanto riguarda la politica commerciale, Rai Pubblicità ha messo a punto un’offerta multimediale che è consultabile qui. La concessionaria pubblicitaria Rai, intanto, è in attesa della nomina del nuovo amministratore delegato che prenderà il posto di Fabrizio Piscopo. Il manager ha lasciato l’incarico a fine dicembre, al momento il board di Rai Pubblicità è guidato dal presidente Antonio Marano e dal direttore generale Luciano Flussi.