Satispay: Mirco Fiumene nominato chief marketing officer

9 gennaio 2018

Mirco Fiumene

Mirco Fiumene entra in Satispay con la carica di chief marketing officer e SVP Strategy and Business Intelligence.

Fiumene, classe 1975, ha conseguito una laurea in Economia aziendale presso l’Università Bocconi, un Executive MBA presso la London Business School e ha maturato oltre 15 anni di esperienza manageriale in multinazionali fortemente innovative e prevalentemente attive nel mondo online. In passato è stato Head of Internet Marketing del team di Global Expansion in eBay, con il compito di sviluppare la presenza del gruppo nei maggiori mercati emergenti come Cina, Russia, Messico, Argentina e Brasile e, prima ancora, è stato Direttore Generale della società trnd, attiva nel settore del Marketing partecipativo.

L’incontro con Satispay avviene già nel gennaio 2016, quando entra a far parte dell’Advisory Board che culmina nella sua attuale nomina. Con l’assunzione del nuovo ruolo, Mirco lascerà l’Advisory Board in cui entrerà Maurizio Santacroce, già General Manager Payment and Services di Sisal Group, che affiancherà il team Satispay nello sviluppo dei servizi B2B e nella definizione di nuove linee di business.

Alberto Dalmasso, ceo di Satispay, commenta: “Con un gruppo di lavoro di eccellenza, ormai arrivato a contare 65 persone, ci stiamo preparando ad affrontare la prossima importante fase di crescita che, passando dal definitivo consolidamento della nostra posizione sul mercato domestico nel corso del 2018, ci vedrà poi impegnati nell’ingresso in altri Paesi europei. La grande esperienza di Mirco nel marketing e nella gestione dei processi di internazionalizzazione rappresenta un ulteriore punto di forza nell’esecuzione della nostra strategia”.

Mirco Fiumene, cmo di Satispay, ha aggiunto: “Sono entusiasta di poter mettere a disposizione di un’azienda giovane e tanto dinamica come Satispay quanto maturato in questi anni. Dopo aver lavorato per tante importanti realtà estere, l’idea di poter contribuire fattivamente al progetto di rendere una società italiana un’importante realtà internazionale mi rende orgoglioso e motivato a gestire le sfide che dovremo affrontare”.