RCS torna in libreria da maggio con Solferino

18 dicembre 2017

Urbano Cairo

Urbano Cairo: “Narrativa, saggistica italiana e straniera, varia: ci focalizzeremo su temi di grande interesse e sul contenimento dei prezzi”

Si chiamerà Solferino la nuova ‘avventura’ di Urbano Cairo a RCS.

Nel corso dell’ultimo anno e mezzo, da quando cioè si è insediato alla guida della casa editrice, il presidente e ad ha più volte dichiarato “che non avrebbe mai venduto (anzi svenduto) l’asset dei libri” manifestando spesso l’intenzione di lanciare una nuova sezione.

Venerdì scorso tutto l’alone di mistero è stato svelato in una sua intervista rilasciata al Corriere della Sera. L’arrivo dei primi volumi sugli scaffali è previsto il prossimo maggio, a due anni dal passaggio della Rizzoli a Mondadori.

Un modo “di ritrovare il nostro Dna, la nostra identità e forse anche rimarginare una ferita – ha dichiarato Cairo -. Ad Alessandro Bompieri, che ha guidato Rcs Libri da amministratore delegato in anni di grande espansione in Italia, in Francia con Flammarion e nel mondo, dobbiamo oggi un contributo fondamentale al progetto dell’editrice Solferino. Il marchio è già depositato”.

“Il catalogo, è chiaro, va costruito nel tempo. Compatibilmente con i vincoli contrattuali di ognuno, la risposta degli autori è positiva. Ci portiamo dietro tantissima esperienza e arriveremo preparati alla fine del 2018, quando decadrà il patto triennale siglato con Mondadori che oggi ci impone tra le altre cose un tetto annuale di 110 titoli”, ha aggiunto Bompieri.

Dalla fine del prossimo anno, Solferino potrà pensare anche ad acquisizioni mirate, “ma da subito – ha precisato Cairo – saremo presenti nella narrativa, nella saggistica italiana e straniera e nella varia. La domanda c’è. E l’obiettivo è di soddisfarla con novità editoriali di qualità. Ci focalizzeremo su temi di grande interesse e sul contenimento dei prezzi. Sappiamo che molti lettori, o potenziali lettori, oggi hanno a disposizione risorse limitate. Il nostro sforzo è anche quello di riuscire a raggiungerli con prezzi accettabili e, insisto, sempre con la qualità. Abbiamo il grande vantaggio di poter avere attraverso il Corriere della Sera un gruppo di autori senza confronti. Composto di scrittori, naturalmente, ma anche di commentatori e giornalisti”.

La distribuzione nelle librerie viene affidata a Messaggerie Libri e la promozione a Pde, società del Gruppo Feltrinelli. Tutti i titoli (una quarantina nel 2018) saranno disponibili anche in ebook, ma solo una parte sarà venduta anche in edicola.

“Avremo un’identità editoriale forte – riprende Cairo -. Con l’offerta libraria, come con il Corriere, e considerando il gruppo allargato con la tv di qualità di La7, vogliamo diventare il punto di riferimento naturale della classe dirigente, di tutti gli amanti della cultura e della sperimentazione. Cercheremo di essere al tempo stesso autorevoli e curiosi, nuovi e rigorosi”.

Alla guida ci sarà Luisa Sacchi; Carlo Brioschi sarà l’editor di tutti gli autori italiani per la saggistica ma anche per la narrativa, Giovanna Canton sarà l’editor di tutti gli autori stranieri sia per la narrativa sia per la saggistica, oltre che rights manager di tutto il sistema libri, Marco Garavaglia seguirà i titoli di varia e continuerà a rappresentare la direzione editoriale della Cairo Publishing, Domenico Errico sarà il direttore commerciale e marketing.