FARGOfilm festeggia 40 anni e chiude il 2017 oltre i 6,5 milioni di euro

15 dicembre 2017

di Andrea Crocioni


È un 2017 da ricordare quello di FARGOfilm. Proprio quest’anno, infatti, la società specializzata in produzioni video, realizzazione di filmati pubblicitari, industriali e comunicazione d’azienda, celebra il suo quartantesimo anniversario.

Una storia che inizia nel 1977: allora la società operava sul mercato come Gruppo Cooper. Il cambio di nome arriva nel 2005, quando dalla collaborazione fra Roberto Stradella, attuale amministratore delegato, Ladis Zanini, e le new entry Valter Buccino e Massimo Ceratto, prende slancio il progetto FARGOfilm.

La cdp oggi conta su un team di 10 collaboratori, oltre ai 4 partner operativi, e si appresta a chiudere l’anno con un fatturato di oltre 6,5 milioni di euro. A raccontarci l’evoluzione di una delle realtà produttive più interessanti del panorama italiano sono proprio Ceratto e Buccino, partner e rispettivamente general manager ed executive producer della struttura.

Massimo Ceratto

“Questo quarantesimo compleanno rappresenta un traguardo non banale nel nostro settore. Siamo una casa di produzione che è riuscita a ottenere buoni risultati, a crescere in modo costante – uscendo indenne dalla crisi del mercato pubblicitario, con i dovuti correttivi – e a diversificare la propria offerta, puntando sull’innovazione. Ci rammarichiamo solo di averlo comunicato con troppa discrezione in questi anni”, racconta Ceratto.

FARGOfilm ha due sedi, una a Torino e una a Milano, opera nel settore della produzione pubblicitaria, ma è molto attiva anche nel mondo del cinema (fra i titoli Santa Maradona, Andata + Ritorno di Marco Ponti, Dopo Mezzanotte, di Davide Ferrario, Sono Guido e non Guido, mukumentary sul poeta Guido Catalano presentato come evento speciale all’ultimo Torino Film Festival).

La sede meneghina è quella più focalizzata sull’advertising, mentre nel capoluogo piemontese vengono gestite le produzioni cinematografiche, i filmati istituzionali e quelli per New Holland, cliente con il quale FARGOfilm ha un contratto in essere da molti anni.

Nell’aprile del 2013, inoltre, è nata Fargo Legno, una realtà la cui mission è la realizzazione di scenografie per il cinema, la televisione, il teatro, le fiere e la produzione di allestimenti museali.

Tornando all’advertising, negli ultimi anni, la società ha prodotto spot per clienti quali Bmw, Coca Cola, Enel, Intesa San Paolo, Wind, Eni (con produzioni corporate molto ambiziose), FCA (fra i film di quest’anno spicca il premiatissimo ‘Fiat 500 – Missing Parts’, ideato dall’agenzia Leo Burnett in occasione della Festa della donna). Fra le operazioni più recenti quelle realizzate per Maserati.

Valter Buccino

“Stiamo portando avanti un lavoro gigantesco per il marchio automobilistico che abbiamo affiancato a livello produttivo nella definizione di un linguaggio visivo comune”, ha chiarito Buccino.

“FARGOfilm è una realtà in grado di occuparsi di produzioni grandi e complesse – ha proseguito l’executive producer -. Ma la proposta è ampia. Abbiamo anche sviluppato la nostra offerta nell’area del branded contet. Lo scenario della comunicazione è molto più frammentato, tutto è diventato molto rapido, non esistono più confini netti e anche gli interlocutori delle aziende sono molto eterogenei. Si aprono orizzonti nuovi. Non a caso da qualche mese abbiamo fatto il nostro ingresso in OBE – Osservatorio Branded Entertainment”.

Guardando al futuro e ai nuovi scenari della comunicazione FARGOfilm ha dato vita recentamente a una nuova casa di produzione, OltreFargo, realtà indipendente, ma di cui detiene il controllo.

“Si tratta di una società nata un anno e mezzo fa e dedicata principalmente alle produzioni low budget. Anche questa operazione ha avuto ottimi risultati sia in termini di clienti gestiti sia di fatturato”, ha concluso Massimo Ceratto.