M&C Saatchi, chiusura 2017 con crescita a doppia cifra tra riconferme e new business

14 dicembre 2017

Ai rinnovi di BMW per altri 2 anni, Unicredit e Sky si sono aggiunti i budget di Nexi (ex CartaSì) e Sisal Gaming. Ieri l’agenzia ha organizzato nella sede milanese il party di Natale

 

“Un 2017 inaspettatamente in crescita interessante per una serie di motivi, a cominciare dal fatto che abbiamo avuto riconferme importanti da clienti che sono strutturali per l’agenzia come BMW che ci ha rinnovato il contratto per altri 2 anni, Unicredit e Sky. A questo si aggiunge il new busines e siamo contenti di aver vinto la gara Nexi (ex CartaSì) e Sisal Gaming”, ha dichiarato Carlo Noseda, ceo e co-founder dell’agenzia M&C Saatchi insieme ai partner Luca Scotto di Carlo, Vincenzo Gasbarro, Silvio Meazza e Jonathan Grundy, in occasione del party di Natale che si è tenuto ieri sera negli spazi della sede di viale Montenero a Milano.

“I clienti per cui lavoriamo sono la priorità assoluta, poi abbiamo la fortuna di poter decidere se partecipare a delle gare o meno che vanno ad arricchire il tipo di clienti che rendono l’agenzia speciale, perché ogni cliente porta all’agenzia nuovi approcci, prodotti ed esperienze – ha proseguito Noseda -. Il plus di M&C Saatchi siamo noi. Abbiamo deciso di investire in una realtà fatta da 5 persone molto diverse una dall’altra per competenze e facciamo della diversità, della trasversalità e dell’orizzontalità il nostro principale punto di forza. Cresciamo in doppia cifra anche nel 2017: da quando abbiamo aperto, nel 2010, è stata una crescita continua che ci porta ad avere 120 persone e ci proietta in un 2018 altrettanto interessante, grazie al fatto che quest’anno siamo ‘partiti con il turbo’ e questa onda di velocità ci sta portando nell’anno nuovo. Siamo ottimisti anche per quanto riguarda il mercato: forse le cose stanno cambiando e ci auguriamo che cambino per tutti, perché solo con un mercato sano con agenzie forti e  competenti può fare bene a questo comparto”.

La dimostrazione è stata proprio la festa di Natale di ieri a cui hanno partecipati amici e colleghi di altre agenzie creative. Il digitale è ormai una realtà importante, con “una crescita costante. Siamo l’agenzia italiana con l’amministrato digitale più alto, abbiamo un team interno che supera le 30 persone – ha spiegato Meazza -. Inoltre, la produzione è diventata un altro plus dell’agenzia con l’apertura della società di produzione Utopia, che abbiamo dotato di struttura digitale, quindi riusciamo a offrire al cliente una soluzione unica che può rispondere con la qualità creativa e quella produttiva”.

Tra i lavori realizzati dall’agenzia nel 2017, l’executive creative director Scotti di Carlo cita “le brand campaign per Sky, in grado di parlare della marca e poi il progetto per il Trono di spade ‘Marathron’ attraverso il quale abbiamo trovato un angolo interessante per promuovere una serie tv. Senza dimenticarci dei progetti per BMW, Unicredit e Nexi”.

“Per un cliente, oggi, entrare in una agenzia significa anche avere una risposta immediata e reattiva sia dal punto di vista strategico e creativo sia da quello e esecutivo – ha dichiarato l’altro executive creative director Gasbarro, spesso impegnato come regista delle produzioni video dell’agenzia -. Sebbene lavoriamo con altri player, Utopia è quella cosa che viene accesa quando ci sono dei progetti anche sperimentali tipo Marathron, per il quale abbiamo realizzato un prodotto internazionale di qualità”.

“Ciò che ci ha portato dal 2010 a oggi è la mentalità della perenne startup: noi ogni anno ci rimettiamo in discussione e cambiamo quello che stiamo facendo e il modo in cui lo facciamo, perché oggi essere in sintonia con le richieste del mercato è fondamentale. Legarsi a dei modelli vincenti anche solo di 2 anni fa è sbagliato, quindi già pensiamo che nel 2018 faremo cose diverse e sempre più attuali. Guardiamo a quello che accade nel mondo, alle tendenze emergenti: vogliamo conoscerle, governarle e farle diventare parte dell’offerta dell’agenzia”, ha concluso Noseda.