Si può lavorare con piacere, eticamente e con un incremento annuo dell’88%

5 dicembre 2017

Il gruppo creativo durante un brain storming

Giulia Rumor, direttore creativo, e Alberto Rumor, direttore commerciale, raccontano ciò che è stato per In Action il 2017

Da sempre crediamo che lavorare in team significhi valorizzare le risorse, creare un ambiente in cui si abbia voglia di collaborare, in cui i rapporti tra le persone siano fluidi, sereni e familiari.

Abbiamo costruito la nostra azienda su valori condivisi di vicinanza e rispetto, abbiamo creato spazi in cui sentirsi liberi di ridere, raccontarsi, confidarsi e conoscersi al di fuori di scadenze, budget, obiettivi, briefing, riunioni e prestazioni.

Abbiamo festeggiato i successi, i compleanni, portato torte fatte in casa, condiviso viaggi ed esperienze e preparato scherzi divertenti.

Abbiamo collocato la nostra sede tra i colli veronesi, lontani dalle zone industriali, dal traffico e dal rumore, lavoriamo con il fruscio del vento tra i vigneti e la luce della campagna intorno.

Abbiamo iniziato a farlo quando, oltre vent’anni fa, la regola in azienda era timbrare il cartellino, chiedere il permesso per andare in bagno, un ritardo significava un richiamo formale; anni in cui non era ‘di moda’ essere agili, flessibili, disponibili a rapporti diversi da quelli consueti.

Oggi siamo felici che i nostri dipendenti lavorino con noi da tantissimi anni perché questo significa che si sentono ‘a casa’, valorizzati, in un ambiente stimolante e dinamico.

Quest’anno festeggeremo insieme un successo importante: un aumento del fatturato a doppia cifra, ben oltre i 2 milioni di euro, con l’acquisizione di clienti importanti e la vittoria di gare prestigiose.

Nel corso del 2017 abbiamo assunto 9 persone, con la prospettiva di crescere ancora, e di avere ancora tante, tantissime idee vincenti, per tanti, tantissimi progetti. Lo faremo condividendo ogni successo con le persone che lavorano con noi, dando spazio alle idee di ciascuno e alle iniziative di squadra, credendo nel desiderio condiviso che continuare a lavorare con soddisfazione, nel rispetto di valori etici, convinti che dedicarsi ad ogni progetto con entusiasmo, partecipazione e responsabilità sia il successo più importante. Al di là dei coefficienti di crescita, di marginalità e di redditività.

Foto di gruppo durante il team-cooking realizzato in occasione di viaggio incentive.
È stata un’esperienza davvero coinvolgente e ‘formativa’, tra una risata e l’altra

I nostri nuovi progetti

Quali sono stati nel 2017 i nostri progetti trainanti?

Il primo della lista è il nostro Portale Dedicato, ovvero la rivisitazione digitale delle vecchie collection, un’idea esclusiva di In Action scelta da Plasmon (che ne ha prolungato la durata grazie al successo dell’operazione), Parmalat, Nostromo, Sperlari, Rizzoli, e altri prestigiosi marchi.

Il secondo è MondoGelato (che entra ambiziosamente tra i nostri Mondi – MondoParchi, MondoCorsi e MondoPizza), e dà la possibilità a prodotti in linea di essere promossi in un nuovo circuito di gelaterie artigianali selezionate (oltre 400 per ora, ma aumenteranno) e di regalare ai consumatori un anno di gelato gratis; un premio nuovo, “freschissimo” e di interesse per un target trasversale.

Il terzo rimane il nostro core business, il co-marketing. Perché è sempre più vincente riuscire a creare partnership tra le aziende, che finalmente oggi capiscono il valore di un messaggio condiviso e di canali distributivi nuovi, dov’è possibile accedere grazie a meccaniche volte a creare una sinergia tra brand e prodotti.

Ma soprattutto siamo stati fieri di aver vinto la gara Kellogg’s per l’attività di guerrilla che ha promosso la nuova linea di barrette ai cereali: abbiamo portato l’Energy Tour a Milano, Torino e Roma, coinvolgendo migliaia di persone.

Tante idee per il nuovo anno, tanti progetti ma soprattutto tanto entusiasmo, che siamo certi si trasformerà in grandi risultati. Grazie al lavoro di una grande squadra. E alla fiducia che ci hanno riservato i nostri clienti.