NIO Cocktails rivoluziona l’e-commerce con una nuova categoria merceologica

30 novembre 2017

Luca Quagliano

Una linea di cocktail pronti da bere in qualsiasi luogo e in ogni occasione con la semplice aggiunta di ghiaccio e in vendita inizialmente solo attraverso e-commerce.

Luca Quagliano, ceo e founder di NIO Cocktails, spiega le caratteristiche del prodotto: “NIO sta per Needs Ice Only. Siamo partiti con una drink list di dieci tra i cocktail più conosciuti e apprezzati ai quali si aggiunge l’edizione limitata Christmas in Manhattan, in un esclusivo pack pronto per Natale. I cocktail sono mixati secondo le ricette di Patrick Pistolesi, mixologist di fama internazionale. La produzione è Made in Italy, con ingredienti premium, senza l’aggiunta di additivi o conservanti. Il nostro servizio è molto chiaro: portare i cocktail fuori dai grandi bar, nelle situazioni di consumo fino a ora presidiate da birra e vino”.

L’idea infatti è nata in modo semplice, alla fine di una cena in casa: “avrei voluto concludere con un’alternativa al solito limoncello – racconta Quagliano – ma nessuno era in grado di preparare un buon cocktail. Perché doveva sempre finire in quel modo? Ne ho parlato con un paio di amici – Alessandro e Massimo, che ora sono in società – ed è nata NIO”.

Il prodotto si rivolge al mercato consumer, a tutti coloro che vogliono bere un buon cocktail senza dover seguire un corso da barman: “Attualmente i cocktail sono confinati in specifici luoghi, con NIO questi limiti si abbattono e si crea un mercato potenziale di nuove abitudini di consumo – suggerisce il founder -. I cocktail NIO sono perfetti anche per eventi aziendali e privati, per il mondo della ristorazione, dei catering e degli hotel”.

Per quanto riguarda la distribuzione, al momento la scelta è caduta sull’e-commerce. “Le vendite online crescono ovunque e questo è un mercato dal potenziale globale – conferma Quagliano -. Un prodotto simile non esiste nel nostro Paese e nemmeno all’estero, per questo l’e-commerce è necessariamente il primo step. L’obiettivo successivo è aprire negozi monomarca per offrire una customer experience completa. Inaugureremo a breve lo showroom in via Tortona a Milano, nel cuore del design district, dove venderemo direttamente. L’idea sta piacendo, le prime soddisfazioni cominciano ad arrivare. Ora siamo concentrati sul mercato italiano ma lavoriamo già all’esportazione in tutto il mondo e, per il 2018, puntiamo a un fatturato di 1.5 milioni di euro”.