Mediaset e Rai celebrano affidabilità e autorevolezza della tv

21 novembre 2017

Mediaset con Publitalia ’80 e la Rai si sono unite a EBU (European Broadcasting Union), ACT (Association of Commercial Television in Europe) ed egta, l’associazione europea delle concessionarie di pubblicità radiotelevisive, per celebrare l’affidabilità della televisione in occasione del World Television Day, proclamato dalle Nazioni Unite per la giornata di oggi.

Le tre organizzazioni europee hanno prodotto un videoclip da 30” che enfatizza il ruolo della tv nel fornire contenuti affidabili, in tutto il mondo e che va on air oggi su varie emittenti televisive in Europa, Asia, Canada e Usa.

Per festeggiare il loro amore per la tv, i telespettatori sono invitati a utilizzare gli hashtag #WeloveTV e #WorldTVDay sui social network durante tutta la giornata.

Lo spot sottolinea che, oggi più che mai, l’affidabilità della televisione gioca un ruolo importante nella nostra quotidianità: tenendoci aggiornati su quanto accade attorno a noi e nel resto del pianeta e richiamando l’attenzione del pubblico mondiale su tutto ciò che conta. Responsabilità editoriale, informazione autorevole, contenuti di grande qualità, un contesto sicuro e un sistema di misurazione affidabile e indipendente sono il dna della tv, da qualsiasi dispositivo la si guardi.

Sui canali della tv di Stato del World Tv Day e dell’importanza della tv si parla oggi all’interno dei contenitori della mattina e del daytime di Rai1, UnoMattina e La vita in diretta. Su Rai2, spazio a questa ricorrenza all’interno del programma Detto fatto, mentre su Rai3 alle 15.15 andrà in onda un documentario de La Grande Storia su Carosello.

Su Rai Storia alle 17 il documentario Da oggi la Rai, condotto da Massimo Bernardini, proporrà un viaggio nella nascita del piccolo schermo, dalla sperimentazione televisiva partita nel 1949 fino al raggiungimento del collegamento via etere delle sedi di Roma, Milano e Torino, traguardo che la Rai raggiunse nel 1954.

Approfondimenti sul World Tv Day saranno anche all’interno dei tg Rai. In Friuli Venezia Giulia Buongiorno Regione, programma del mattino della TgR, dedicherà un servizio alla stora della tv.

All’interno del Tg delle 14 e delle 19.35 due interviste a Demetrio Volcic e Bruno Pizzul racconteranno come è cambiata la Rai e l’informazione televisiva. Rai Scuola Web ha realizzato lo Speciale La Tv dei ragazzi, dedicato alla nascita della tv per ragazzi. Sul tema della fiducia del pubblico nella tv sono stati realizzati diversi studi consultabili sul sito internet del World Tv Day (worldtelevisionday.tv).

Nel 70% dei 33 paesi analizzati, gli intervistati hanno risposto di essere inclini a fidarsi della tv e in 11 paesi risulta persino essere il mezzo che ispira maggior fiducia (EBU su dati Eurobarometer 86, EBU Media Intelligence Service, Trust in Media, 2017).

I tradizionali mezzi di comunicazione radiotelevisivi godono di una reputazione più forte rispetto a quella di social media e testate giornalistiche esclusivamente online, principalmente come risultato del maggiore grado di approfondimento che sono in grado di offrire.

In tutti i mercati, la televisione è considerate il secondo mezzo più affidabile, superato solo dalla stampa periodica d’informazione, con il 69% dei consumatori che si fidano della tv come fonte di notizie (Kantar -Trust in News, 2017).

In Italia, la televisione si conferma il principale strumento d’informazione. I telegiornali sono la fonte di notizie preferita dalla popolazione (48%), seguiti dai siti internet di news (25%) e dalla stampa quotidiana (8%).

La tv è inoltre considerata il mezzo d’informazione più indipendente e imparziale (35% degli intervistati). (MPS Evolving Marketing Research, Stetoscopio – Il sentire degli italiani).

La fiducia che gli italiani ripongono nella televisione ha effetti positivi sulla comunicazione pubblicitaria veicolata sul piccolo schermo. Spot e telepromozioni sono i formati cui si presta maggiore attenzione, circa il doppio rispetto agli spot radiofonici ed agli annunci stampa e quasi il triplo dei formati web.

Allo stesso modo, gli Italiani sono convinti che la pubblicità tv sia in grado di fornire suggerimenti ed indicazioni utili all’acquisto di beni e servizi in misura maggiore rispetto agli altri mass media: circa 2 volte meglio rispetto agli altri principali mezzi above-the-line (GFK Eurisko – TSSP 2017/A).

Proprio in occasione del World Tv Day anche Rai Pubblicità ha messo in campo una proposta ad hoc: un’offerta commerciale per i propri clienti basata sulla fiducia. Attraverso una creatività dedicata, elaborata dalla controllata Rai e veicolabile attraverso advertising tv, web e radio, le aziende possono ‘leggere la propria etichetta’ agli spettatori, raccontando tutte le caratteristiche dei propri prodotti in un ambito di credibilità e trasparenza.