Mondadori, nel 2018 sbarca in tv il format ‘Giallo Zafferano’

8 novembre 2017

Carlo Mandelli

di Valeria Zonca


A margine dell’incontro organizzato ieri da Audipress, Carlo Mandelli, direttore generale Periodici Italia del Gruppo Mondadori, ha sottolineato l’importanza dell’integrazione tra stampa e digitale.

“L’aspetto della ricerca che mi ha colpito di più riguarda il fatto che il patrimonio che i lettori hanno è il patrimonio dei brand – ha dichiarato -. Un esempio su tutti è il caso di Giallo Zafferano che ha nel dna l’innovazione del linguaggio: siamo partiti da un brand digitale rilevante per arrivare a un prodotto cartaceo che in pratica si è promosso da solo. Dal primo numero di aprile la media di copie diffuse si attesta sulle 200 mila copie per ogni uscita. E a inizio 2018 il format Giallo Zafferano arriverà in tv su uno dei canali generalisti di Mediaset, probabilmente Canale 5. Nel settore Food, Mondadori ha una market share che supera il 60% grazie a contenuti declinati on e offline sui vari target attraverso i nostri prodotti: da testate storiche come Sale & Pepe e Cucina Moderna, a Cucina no problem, Guida Cucina, CookAround e Giallo Zafferano. Sul digital siamo leader con Giallo Zafferano ma vanno bene anche gli altri siti. La raccolta va di pari passo con una crescita che prevediamo in doppia cifra nel 2017. Stiamo pensando anche a nuovi prodotti per il 2018. La credibilità di un brand si evidenzia anche per quel che riguarda le vendite congiunte: a Sorrisi e Canzoni alleghiamo libri, cd e oggetti che i lettori comprano perché credono nella qualità del marchio. Il mercato adv sta chiedendo di ‘sposare’ dei brand in una logica multinazionale ed è questo lo scopo della nascita del polo International Fashion che vuole dare ulteriore sviluppo di Grazia in Italia e nel mondo per accrescere in modo ancora più coordinato ed efficace il valore del brand. Interprete più qualificato del Made in Italy, sta diventando anche uno dei veicoli pubblicitari preferiti dalle aziende di moda e cosmetica del mercato di alta gamma: nei primi nove mesi dell’anno ha registrato un incremento della raccolta pubblicitaria complessiva a spazio print e web del 7,5% rispetto al pari periodo dello scorso anno”.