WPP rivede nuovamente le stime al ribasso. Fatturato a -1,1% nel terzo trimestre

2 novembre 2017

Martin Sorrell

Il fatturato di WPP è sceso dell’01,1% nel terzo trimestre 2017 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno: meglio rispetto al secondo semestre, ma le previsioni di fine anno, che saranno riviste all’inizio di novembre, a seguito di risultato, dovrebbero indicare ricavi e fatturati sostanzialmente stabili, contrariamente alla leggera crescita precedentemente prevista.

Nella relazione trimestrale, il gruppo guidato da sir Martin Sorrell parla di un’industria che sta vivendo una fase di cambiamento.

WPP identifica tre potenziai fattori di questi cambiamenti: gli inserzionisti acquistano direttametne dalle piattaforme tencologiche come Google e Facebook; la crescita dei consulenti, che tuttavia sarebbe sovrastimata; e i tagli di costi da parte di clienti, tra cui giganti come P&G e Unilever. Le migliori performance si registrano in Uk e nell’Europa Continentale Occidentale.

Quest’ultima area, in particolare, mostra una tasso di crescita dei ricavi dell’1,2%. Danimarca, Italia, Paesi Bassi, Norvegia, Portogallo e Spagna hanno mostrato un trend di crescita rispetto al secondo trimestre anche se la regione continua a riflettere diverse situazioni politiche.

In linea con il focus strategico su nuovi mercati, nuovi media e data investment management, il Gruppo nei primi nove mesi dell’anno ha completato 36 acquisizioni.