Cinque ‘sfidanti’ per il budget media e creativo di ACI

19 ottobre 2017

Le proposte sarebbero arrivate da Carat con Armando Testa, Zenith con Saatchi & Saatchi, Mindshare con Ogilvy, OMD con HDRÁ, e, in solitaria, Casiraghi greco&

di Andrea Crocioni


Si circoscrivono i confini della gara aperta da ACI per la creatività e la gestione del media. Sono cinque i ‘team’ che, una volta verificati i requisiti formali, si contenderanno l’incarico di durata triennale.

A essere valutati, secondo quanto risulta alla nostra testata, dovrebbero essere: Carat che si presenta in tandem con Armando Testa, Zenith con Saatchi & Saatchi, Mindshare con Ogilvy, OMD con HDRÁ (Holding Digital Relations Advertising), e, formalmente unica in solitaria, Casiraghi greco& (che nel novembre del 2016 insieme a White Red and Green aveva gestito, sempre a seguito di una gara, la campagna corporate di Automobile Club d’Italia).

Le offerte, che ora saranno sottoposte a valutazione da parte dell’apposita Commissione Giudicatrice, erano state presentate alla fine del mese di luglio di quest’anno. L’appalto ha per oggetto l’affidamento del servizio di ideazione e realizzazione di campagne di comunicazione ACI.

In particolare, l’impresa, o Rti, vincitore dovrà provvedere all’ideazione, progettazione e realizzazione, nonché alla predisposizione ed esecuzione del piano mezzi anche con la gestione delle attività di acquisto degli spazi.

La base d’asta della gara, gestita da ACI Informatica, è di 9 milioni di euro, Iva esclusa, di cui 7,2 milioni quale budget riservato al piano media, non soggetto a ribasso nell’arco dei tre anni.