Consorzio del Grana Padano investe 15 milioni nel 2017 e torna on air con lo spot di McCann

10 ottobre 2017

Clicca sul frame per lo spot

di Laura Buraschi


Per il Consorzio del Grana Padano il 2017 è un anno di transizione dal punto di vista della comunicazione, in attesa di novità che potrebbero concretizzarsi già nella primavera 2018.

Lo spiega a Today Pubblicità Italia il direttore generale del Consorzio, Stefano Berni: “Si è appena concluso un flight televisivo e ne avremo altri due entro la fine dell’anno, uno a novembre e uno prima di Natale. Siamo invece attualmente on air in radio per poi tornarci prima di Natale”. La creatività è quella presentata nell’autunno 2016, a firma McCann Worldgroup (vedi notizia) con pianificazione di Mec.

Stefano Berni

“A dicembre avremo i risultati di un’indagine che abbiamo commissionato per valutare il nostro posizionamento – evidenzia Berni -. Sulla base degli esiti, all’inizio del 2018 valuteremo come sviluppare la prossima comunicazione”.

Le valutazioni dovrebbero riguardare i contenuti della campagna ma non i partner: “Non ci sono gare in calendario né per l’agenzia creativa né per il centro media – sottolinea il direttore generale -. Mi aspetto invece che sarà necessario raccontare maggiormente gli effetti benefici del nostro prodotto. Dovremo inoltre fare leva sul valore aggiunto del Grana Padano rispetto ad altri formaggi similari, dotati di un buon appeal e di costi più bassi”.

Sul fronte degli investimenti, in Italia il totale del budget 2017 in comunicazione e marketing oscilla tra i 15 e 15,5 milioni di euro, in leggero calo quindi rispetto al 2016.

“A questi si aggiungono i 10,5 milioni che il Consorzio investe all’estero, con campagne tv in Germania e Svizzera. In altri paesi, come Uk, Francia, Usa, Canda, Giappone e Cina, la comunicazione avviene invece principalmente sui punti vendita e online” conclude Berni.