Triboo, per la divisione Digitale crescita organica del 38% nel primo semestre

3 ottobre 2017

Giulio Corno

Il gruppo, guidato dal fondatore e ad Giulio Corno, registra ricavi pari a 31,6 milioni di euro, +3,6% rispetto allo stesso periodo del 2016

Triboo, prossima allo passaggio dall’Aim Italia al listino principale di Piazza Affari, chiude il primo semestre 2017 con ricavi pari a 31,6 milioni di euro, in crescita del 3,6% rispetto allo stesso periodo del 2016.

Il gruppo attivo nei settori dell’eCommerce, dell’advertising e della comunicazione online (e che controlla anche Brown Editore), ha visto i ricavi netti consolidati attestarsi a 31,6 milioni di euro nel primo semestre dell’anno, in crescita del 3,6% rispetto al primo semestre 2016. Grazie alla spinta del segmento eCommerce i ricavi della divisione Digitale sono cresciuti a 19 milioni di euro registrando un +38% rispetto al primo semestre 2016, mentre risultano in contrazione i ricavi della divisione Media a 12,6 milioni di euro (-24% rispetto al primo semestre 2016).

Nel semestre il risultato netto Adjusted è pari a 1 milioni di euro (-38% rispetto al primo semestre 2016). L’indebitamento finanziario netto al 30 giugno 2017 è pari a 1,4 milioni di euro rispetto a disponibilità liquide di 4,16 milioni al 31 dicembre 2016.

La variazione è in larga misura dovuta per circa 2 milioni al pagamento di dividendi e per 7,43 milioni a significativi investimenti in partecipazioni e immobilizzazioni.

“Nel primo semestre del 2017 Triboo evidenzia una crescita organica del 38% nella divisione Digitale mentre registra una forte contrazione del business Media – ha dichiarato Giulio Corno, fondatore e ad del Gruppo Triboo – . La decrescita del business Media – sottolinea Corno – è dovuta principalmente alla contrazione del mercato di riferimento di settore che ha visto la penalizzazione delle concessionarie di pubblicità aventi un volume d’affari simile a quello in cui si colloca la divisione, a favore invece di realtà di più grandi o più piccole dimensioni. In tale contesto la divisione Media ha dovuto affrontare un radicale ricambio della forza vendita. Attualmente la situazione è adeguatamente presidiata ed è in corso una azione di recupero. In tale prospettiva – aggiunge Corno – nel primo semestre abbiamo investito in modo rilevante nell’area dei Dati con l’acquisizione della maggioranza di Triboo Data Analytics S.r.l. e nell’area dei servizi a valore aggiunto per l’E-commerce acquisendo la maggioranza di E-Photo S.r.l., società leader nella fotografia digitale”.