Class Editori: ricavi totali a 33,09 milioni di euro. Raccolta adv a 18 milioni (-3%)

2 ottobre 2017

Il consiglio di amministrazione di Class Editori, riunitosi il 28 settembre, ha approvato i risultati consolidati relativi ai primi sei mesi dell’anno. I ricavi totali dei primi sei mesi del 2017 sono stati pari a 33,09 milioni di euro, rispetto ai 36,03 milioni del corrispondente periodo del 2016. La raccolta pubblicitaria è stata pari a 18 milioni, -3% rispetto allo stesso periodo del 2016 a parità di perimetro. Le azioni di contenimento hanno determinato una riduzione dei costi operativi dell’8,4% rispetto allo stesso periodo del 2016, e sono stati pari a 36,86 milioni di euro (40,24 milioni di euro nello stesso periodo del precedente esercizio). Il margine operativo lordo del primo semestre 2017 (Ebitda, inteso come differenza tra valore e costi della produzione prima degli ammortamenti, delle componenti non ordinarie e degli oneri finanziari) mostra un miglioramento di circa 0,45 milioni di euro, con un saldo pari a -3,77 milioni di euro rispetto ai -4,21 milioni di euro dello stesso periodo. Il risultato netto di gruppo dopo gli interessi di terzi e le imposte è pari a -7,66 milioni di euro (-12,19 milioni di euro nel primo semestre 2016), con un miglioramento di circa 4,53 milioni di euro. La posizione finanziaria netta della Casa editrice presenta alla data del 30 giugno 2017 un indebitamento pari a 65,6 milioni di euro rispetto ai 67,3 milioni al 31 dicembre 2016.

La raccolta pubblicitaria della Casa editrice ha registrato una crescita nei settori della Go Tv (Telesia +13%), Tv (+8% Class CNBC) e Internet (+20%) che insieme rappresentano il 37% del fatturato complessivo. La Go Tv, in particolare, si conferma secondo mezzo della casa editrice e leader del mercato di riferimento con una quota stimata del 53%, performance che premia il piano continuativo di valorizzazione e di innovazione tecnologica accentuatosi dopo la quotazione in Borsa a febbraio 2017. Nel semestre oltre 40 nuovi clienti hanno scelto  Telesia, ed è aumentato il numero medio di settimane di pianificazione, segnale dell’evoluzione del ruolo del mezzo da tattico a strategico. Class CNBC prosegue la sua crescita con una performance superiore al mercato televisivo. Rassicuranti i risultati del web, in  crescita  del  20%,  che,  nonostante  i  numeri  ancora  ridotti,  confermano  la  validità  del  percorso  di evoluzione a livello editoriale, pubblicitario e organizzativo verso la digital transformation di Class. La flessione della raccolta  dell’area  quotidiani  (-8%  inferiore  al  mercato)  e periodici, è  stata  in parte contenuta dalla capacità della casa editrice di offrire iniziative distintive e originali, apprezzate dal mercato pubblicitario: Italia Oggi 25, 1° Milano Marketing Festival, Capital G7 Le eccellenze d’Italia al G7, Class Digital Experience Week 2 e Gentleman The Best Ideas. Nel corso del semestre è proseguita la strategia di sviluppo della divisione digitale della Casa editrice, che negli ultimi anni ha realizzato significativi investimenti in strutture, risorse, contenuti e software. I canali Tv di cui sopra, unite alle piattaforme di trading on line, alle news e alle informazioni finanziarie vendute con pacchetti applicativi professionali, ai siti Internet di MF/Milano Finanza e della collegata Italia Oggi, ai siti di e-commerce, alle applicazioni per tablet, alle radio e alle Corporate Tv fanno tutti parte di un’Area digitale che vede non solo la convergenza di tecnologie ma anche di mercato e che nel semestre ha visto ricavi in crescita del 4,4% e un miglioramento del margine di contribuzione.

Nei primi sei mesi dell’esercizio 2017 il sito web di Milano Finanza ha registrato, secondo quanto certificato dai dati reali di traffico dei sistemi digitali di Analytics, una media giornaliera di 135.377 utenti unici, con una crescita del 15,4% rispetto ai primi sei mesi del 2016). Il numero di lettori che seguono in tempo reale le notizie del sito attraverso Twitter ha sfiorato le 98 mila unità per MF-Milano Finanza e superato le 36 mila unità per la collegata Italia Oggi. Per quanto riguarda le diffusioni cartacee e digitali delle testate, MF/Milano Finanza ha registrato una diffusione media di circa 67 mila copie, Class di circa 36 mila copie e Capital circa 37 mila copie (dati Ads). Nel comparto dell’e-commerce, ha preso buon avvio la commercializzazione di prodotti di qualità attraverso CapitalShop, per il quale sono state realizzate convenzioni con prestigiose comunità. In questa logica CapitalShop è diventato un club di acquisti esclusivi al quale partecipano professionisti, manager e imprenditori. Per quanto riguarda l’e-commerce in Cina, gestito dalla controllata Ccec Srl, che ha in corso un contratto pluriennale di fornitura con CCIG Mall, sono in fase di definizione le fasature con il nuovo business model adottato dalla società cinese passata da un e- commerce del tipo B2B a B2C.