Tradelab ed Edimotive stringono una data-partnership per il settore Automotive

22 settembre 2017

Tradelab, piattaforma programmatica indipendente leader nell’acquisto media programmatic in Europa, stringe una partnership esclusiva con Edimotive, editore italiano specializzato in informazione motoristica online e da poco entrato nell’orbita internazionale di Motorsport.com, per l’utilizzo di dati di seconda parte con l’obiettivo di offrire agli inserzionisti del settore Automotive una profilazione degli utenti senza paragoni.

Unendo i dati degli utenti di Edimotive agli algoritmi di gestione dell’audience di Tradelab per la segmentazione e tracciabilità dei comportamenti di navigazione degli utenti, i due Partner permetteranno agli inserzionisti di accedere a una copertura e possibilità di profilazione unica di utenti qualificati e con forte intenzionalità di acquisto nel settore automotive.

I segmenti interessati saranno auto, moto, veicoli commerciali, sport (F1, MotoGP, Rally, Endurance) ove sarà possibile attivare profilazioni sia per segmento/brand che per interesse di navigazione.

“Questa Parnership strategica con Edimotive rappresenta un forte valore aggiunto sia in termini di targeting che in termini di trasparenza delle fonti dei dati – dichiara Gaetano Polignano, Country Manager di Tradelab Italia -. Gli inserzionisti hanno bisogno di informazioni di alta qualità sui loro interlocutori per indirizzare efficacemente la loro pubblicità online. Il nostro scopo è andare oltre al semplice dato e di intercettare l’intenzionalità di acquisto degli utenti per dargli ciò che stanno cercando e dare ai nostri clienti l’opportunità di poter comunicare direttamente con i diretti interessati”.

“Abbiamo scelto Tradelab perché si distingue sul mercato per trasparenza e avanzamento tecnologico con un team giovane e valori condivisi – afferma Federico Marongiu Sales Manager di Edimotive -. Ci sembra imprescindibile ormai offrire soluzioni customizzate sul comportamento dell’audience automotive potendo aggiungere analisi del comportamento e profilazioni molto spinte a beneficio degli inserzionisti”.