Assogiocattoli rivede comunicazione e format di ‘G! come giocare’ con Fandango Club

19 settembre 2017

Paolo Taverna

di Laura Buraschi


È ancora presto per dire come si chiuderà il 2017 per il comparto dei giocattoli, dal momento che il 30% del sell out annuale si concentra nel mese di dicembre. Fino a giugno tuttavia i dati si assestano su un crescita del 3%.

Paolo Taverna, direttore generale di Assogiocattoli, conferma: “il giocattolo è un prodotto che dagli anni Novanta, quando sul mercato irruppero prepotentemente i videogiochi, non subisce grandi crolli o exploit: il 2016 si è chiuso con un crescita del 4,7% e anche l’anno precedente era intorno al +3, mentre negli anni della crisi il calo non è stato comunque mai superiore al 2-3%”.

Nel frattempo, eventi e fiere continuano a essere uno spazio di comunicazione privilegiato: oltre all’open day, oggi al Palazzo delle Stelline, durante il quale i produttori di giocattoli presenteranno alla stampa le novità in vista del Natale, fondamentale per l’associazione è l’appuntamento con G! come giocare, che sarà a Milano dal 17-19 novembre, quest’anno in collaborazione con Fandango Club, società con esperienza ventennale nel campo dell’event management, che gestisce altri grandi eventi come Milan Games Week e Salone Franchising Milano.

Fandango Club si occuperà anche della campagna pubblicitaria dell’evento, precedentemente appannaggio di The Van, agenzia che continua a lavorare con Assogicoattoli su altri progetti. In virtù di questa nuova collaborazione, sarà data all’evento una maggiore spettacolarizzazione: tutto lo spazio espositivo, dalle luci alla musica passando per gli allestimenti, ricreerà l’atmosfera natalizia, con la possibilità, per grandi e piccini, di imbucare la propria letterina nel vero Post Office di Babbo Natale.

Affermano Marco Moretti e Michele Budelli, presidente e ceo di Fandango Club Spa: “Ci piace dire che in questo decimo anniversario G! come giocare avrà tutta un’altra storia da raccontare a famiglie e bambini. Ed è una storia che stiamo scrivendo insieme ad Assogiocattoli e a tutti gli espositori che, come noi, si sono innamorati di questo concept natalizio e magico”.